Gravidanza: la vitamina D è fondamentale

da , il

    Vitamina d in gravidanza

    La gravidanza è un periodo bellissimo, ma anche molto delicato: ogni scelta della futura mamma può influire sulla salute del nascituro. E’ sempre bene, prima di lasciarsi andare a un vizio, parlarne con lo specialista, per non rischiare di commettere un errore imperdonabile. Ma se ci sono cose che non si possono fare, ce ne sono altre che i medici raccomandano caldamente. Con l’integrazione di vitamina D, ad esempio, mamma e bambino possono ottenere benefici importanti. La conferma arriva grazie a un’indagine dell’University College London Institute of Child Health, i cui risultati sono apparsi sul British Journal of Nutrition.

    10 microgrammi di vitamina D ogni giorno per eludere i rischi che possono insorgere nei 9 mesi di gravidanza. E’ la dose consigliata dal Ministero della Salute britannico: “Crediamo che la fornitura di routine di un supplemento giornaliero per tutta la gravidanza ridurrebbe sensibilmente il numero di madri che sono chiaramente carenti di vitamina D, riducendo i relativi rischi gravi per i loro bambini” ha dichiarato la dottoressa Elina Hypponen, co-autrice della ricerca.

    Per assumere giusto apporto giornaliero di vitamina D, è necessario seguire la dieta giusta ed esporsi al sole in modo adeguato. Quando non è possibile attenersi a queste regole, gli integratori possono dare una mano. Una carenza di vitamine del gruppo D può avere effetti negativi rilevanti sulla salute del nascituro, che possono tradursi in deformazioni scheletriche, rachitismo e in uno sviluppo insufficiente del tessuto muscolare. Se non siete sicure di assumerne la dose raccomandata, parlatene al più presto con il vostro medico.

    Foto da:

    demandstudios.com