Gravidanza: incinta a 54 anni in modo naturale

Gravidanza a 54 anni

Una gravidanza? A 54 anni non la metti in conto. Con una figlia di 23 anni stai già pregustando il momento di diventare nonna. Un ritardo del ciclo ti mette un pò d’ansia, in attesa della menopausa, e poi la notizia, o meglio il trauma: “signora lei è incinta”! Ma cosa avrà provato Giovanna Ciardi, splendida 54enne di Camaiore (in provincia di Lucca)? Mi vengono i brividi solo a pensarci. Soprattutto perché l’evento non è stato cercato, non c’è stata fecondazione assistita, ne terapia ormonale di alcun tipo. A quest’età una gravidanza naturale è veramente un fatto eccezionale.

Certo oggi fa un effetto particolare, è comunque gioia, abituati come siamo a vedere in televisione ed al cinema bellissime donne che hanno superato da un pezzo gli “anta” e che scelgono di mettere al mondo un bambino. Mia nonna mi raccontava invece quanto era imbarazzata ad essere in stato interessante a 40 anni. Sicuramente la signora Giovanna non la pensa come lei, anzi vivrà la sua gravidanza con tutte le emozioni che aveva dimenticato esistessero, e con una consapevolezza in più: doversi sottoporre a tante analisi e test e controlli che forse all’epoca della sua prima bambina non esistevano ancora.

Perché se è vero che la fertilità femminile diminuisce notevolmente dopo i 40 anni (e che lei è l’eccezione che conferma la regola), non bisogna dimenticare i rischi per la salute del bambino: gli ovociti di donne non più giovani hanno più spesso anomalie genetiche (cromosomiche) come la sindrome di down. L’amniocentesi o la villocentesi saranno in questo senso le armi vincenti della prevenzione. In generale, per fortuna non è il caso della futura puerpera di Camaiore, a questa età proprio le caratteristiche degli ovociti conducono ad un numero alto di abortività.

Spesso si assiste a parti prematuri o alla nascita di bambini sottopeso. Una cosa è certa, le energie non saranno più quelle dei vent’anni, ma un figlio, anche a 54 anni ti ridà la vita, una nuova che non ti aspetti.

Foto da:
s.edizionibe.it

Fonte | Ansa

Segui Pour Femme
Leggi altro su:

Giovedì 20/05/2010 da in ,

Commenta

Ricorda i miei dati

Pubblica un commento
Segui PourFemme
Scopri PourFemme
torna su