Gravidanza: i chili di troppo mettono a rischio la salute del bambino

da , il

    Gravidanza e chili di troppo

    Quando mia nonna -cinquant’anni fa- rimase incinta di mio padre, mangiava per quattro persone, perchè erano gli stessi medici a consigliarlo. Il risultato? Mio padre alla nascita pesava 6 chilogrammi, aveva due denti e una chioma degna di un bimbo di due o tre anni. Ora le cose sono cambiate: la future mamme sanno bene che mangiare troppo durante la gravidanza mette a rischio la salute del bambino. L’ultima conferma arriva da una ricerca apparsa sulla celebre rivista di divulgazione scientifica The Lancet.

    Un team di ricercatori statunitensi coordinati dal dott. David Ludwig del Children’s Hospital in Boston e dalla dott.ssa Janet Currie della Columbia University di New York, ha rapportato il peso di oltre mezzo milione di nuovi nati con quello delle rispettive mamme nella seconda-terza fase della gravidanza. Stando ai risultati dell’indagine, le donne che accumulano più di 24 chilogrammi di peso durante la gestazione hanno il doppio delle probabilità di mettere alla luce neonati con un peso superiore ai 4 chilogrammi, rispetto alle donne che accumulano non più di dieci chili.

    I bambini che pesano tanto alla nascita hanno maggiori probabilità di diventare adulti obesi o in sovrappeso (mio padre è l’esempio vivente). Ma non è finita qua: “Un elevato peso alla nascita -spiegano gli autori dello studio- può incrementare il rischio di altri disturbi (oltre all’obesità) in età adulta come l’asma, la dermatite atopica e il cancro”. D’altronde chi vuole diventare mamma deve essere pronta a fare qualche piccolo sacrificio! Se tenete alla salute del vostro bambino, cercate quindi di seguire i principi di un’alimentazione equilibrata e di fare un po’ di attività fisica sin dai primi mesi di gravidanza.