Gli integratori di zinco sono utili alleati contro il raffreddore

da , il

    Raffreddore zinco

    Assumere integratori di zinco è molto efficace per combattere il raffreddore comune. So che magari sembra una notizia fuori stagione, ma in realtà ci si raffredda facilmente anche in estate, complici i condizionatori d’aria e la conseguente escursione termica a cui ci sottopongono, ma anche le serate trascorse a subire l’umidità intensa di certe notti estive. Insomma, è sempre utile sapere cosa fare in casi di raffreddore per ridurre al minimo i disagi e i tempi di decorso della malattia.

    A tal proposito, la buona notizia relativa alle proprietà dello zinco, minerale naturalmente presente nel nostro organismo, e necessario proprio per combattere le infezioni, ci proviene dai ricercatori dell’Università di Helsinky (Finlandia), che, coordinati dal dott. Harri Hemila, hanno valutato e confrontato tutti i risultati di 13 studi effettuati in precedenza.

    Di questi, 5 si erano basati sulla somministrazione di dosi totali quotidiane di zinco inferiori ai 75 mg, e avevano dimostrato che si trattava di una dose insufficiente per avere effetti positivi sul raffreddore. In altri tre studi, invece, le pastiglie a base di acetato di zinco somministrate giornalmente avevano un dosaggio superiore ai 75 mg, e i pazienti avevano registrato un miglioramento della loro condizione pari al 42%.

    Minor successo sembrano avere gli integratori in cui lo zinco è disponibile in forme diverse dall’ acetato. In definitiva, hanno stabilito i ricercatori finlandesi, assumere integratori a base di acetato di zinco in dosi anche fino a 90 mg al giorno è decisamente un valido aiuto naturale all’organismo per sconfiggere le malattie da raffreddamento.

    Non si registrano effetti collaterali, e l’unico neo sembrerebbe essere il gusto amaro delle pastiglie. Buono a sapersi, soprattutto in previsione dell’autunno! La ricerca è stata pubblicata sulla rivista Open Respiratory Medicine Journal.