NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Giornata Mondiale contro il Cancro: i numeri, le iniziative e la prevenzione

Giornata Mondiale contro il Cancro: i numeri, le iniziative e la prevenzione

Sono mille gli italiani che ogni giorno si ammalano di cancro: un numero impressionante che deve porre l'accento sulla prevenzione e sulla diagnosi precoce

da in Tumori, solidarietà, tumore al colon-retto
Ultimo aggiornamento:
    Giornata Mondiale contro il Cancro: i numeri, le iniziative e la prevenzione

    Il 4 febbraio ricorre la Giornata Mondiale contro il Cancro, l’occasione per parlare della malattia, dei numeri, delle iniziative, delle nuove terapie, ma soprattutto è il momento in cui si informa la popolazione dell’importanza della prevenzione e della diagnosi precoce. Si perchè circa il 30% delle morti per cancro è dovuto a delle errate abitudini, e circa la metà dei casi di tumore si potrebbe evitare con la prevenzione.

    La Giornata Mondiale contro il Cancro promossa dall’Unione Internazionale Contro il Cancro ha uno slogan per il 2016: “We can. I can”, “Noi possiamo. Io posso”, un messaggio di solidarietà e di incoraggiamento.

    Cancro: si celebra oggi la Giornata Mondiale

    Il 4 febbraio è la giornata dell’informazione, dove grazie a varie iniziative, la popolazione viene informata su tutto ciò che si può fare per prevenire, diagnosticare e curare il cancro. Scopo del World Cancer Day è infatti quello di parlare e far parlare della malattia, per aumentare la consapevolezza su quanto possiamo fare singolarmente (I Can), ma anche come società (We can). Dalla prevenzione alla diffusione della cultura dei controlli per la diagnosi precoce come azioni dei singoli individui, alla ricerca di risorse da investire sull’assistenza sanitaria e alla creazione di ambienti di vita sani che non minaccino la salute come doveri della società. Oggi tutti dobbiamo fare in modo di educare ed educarci sulla malattia, dando vita ad un tam tam per far comprendere che il destino della nostra vita e società è nelle nostre mani, ricordando che è solo grazie alla prevenzione e alla diagnosi precoce che oggi è ancora più possibile sconfiggere questa malattia o almeno a renderla più innocua.
    Sarebbe quindi bene ricordare quali sono le abitudini dannose per la salute, ma forse è ancora meglio ricordare quali sono gli strumenti più efficaci per combattere i tumori che possiamo attuare con semplici regole quotidiane:

    - non fumare;
    - combattere il fumo passivo;
    - limitare il consumo di alcool;
    - fare attività fisica;
    - ridurre il grasso corporeo;
    - evitare l’esposizione eccessiva al sole;
    - limitare i cibi ipercalorici ed evita le bevande zuccherate;
    - ridurre il consumo di carni rosse ed evitare gli insaccati;
    - mangiare almeno cinque porzioni di frutta e verdura al giorno.

    - rivolgersi tempestivamente al medico in caso di sintomi quali fatica cronica, inspiegabile perdita di peso, dolore persistente, rigonfiamento sottocutaneo, cambiamenti di aspetto della pelle, febbre prolungata;
    - partecipare ai programmi di screening.

    Un controllo più attento può fare la differenza, ed è importante capire i primi sintomi, affinché la cura sia più efficace.

    Ma c’è una buona notizia. Una nota sul tema, pubblicata oggi da AIFA, riferisce che le terapie per il trattamento delle patologie oncologiche stanno diventando più numerose. La sperimentazione clinica sta procedendo, e in Italia nello specifico, sono in arrivo circa 15 nuovi farmaci oncologici. Ma molta strada resta ancora da fare, soprattutto per quanto riguarda alcune forme di tumore particolarmente aggressive e per le quali le terapie a disposizione sono ancora poche.

    Da ricordare poi, che il 15 febbraio sarà la volta della XIV Giornata Mondiale contro il Cancro Infantile ideata da Childhood Cancer International, un momento per aumentare la consapevolezza e l’informazione sul cancro nell’infanzia, e per esprimere sostegno alle famiglie e ai bambini e adolescenti colpiti da questa malattia, e per promuovere anche in questo caso, la cultura della prevenzione.

    710

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN Tumorisolidarietàtumore al colon-retto
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI