Giocattoli sicuri, al via la campagna dell’Unione Europea

da , il

    giocattoli pericolosi

    In questi giorni, i “giochi” ormai sono fatti, ovvero quasi tutti i regali di Natale sono pronti sotto l’albero. Eppure i ritardatari ci sono ed onde evitare che nella fretta si acquistino regali pericolosi, soprattutto per i bambini, l’Unione Europea ha lanciato nella giornata di ieri una campagna informativa sui giocattoli sicuri. Sappiamo tutti che nell’acquistare “cineserie” ci sono grandi rischi (per il materiale scadente che si usa), ma forse non ci rendiamo conto di quelli che sono effettivamente i pericoli a cui vanno incontro i nostri bambini. E così cartoline e consigli verranno distribuiti nei prossimi giorni in tutte le città del Vecchio Continente, oggi Comunità Europea.

    Cosa va ricordato? Prima di tutto che la normativa attuale risulta essere la migliore al mondo, ed il marchio CE deve essere presente su tutti i giocattoli che si acquistano. Ma le nuove regole in vigore dal 20 Luglio 2011 ricordano anche l’importanza del giocattolo in base all’età. Non riguarda infatti solo l’approccio psicologico e alla manualità dei bambini, ma anche alla loro sicurezza: una semplice “dama”, o il gioco dell’oca con le pedine, se sono troppo piccole potrebbero essere ingerite da un bimbo di tre anni. E così vale per le costruzioni troppo piccole e complesse. E’ buona norma poi, evitare le “imitazioni” seppur apparentemente ben fatte (e con tanto di marchio CE) e cercare di giocare con i bambini le prime volte, onde individuare rischiose anomalie per tempo.

    Care amiche di Pourfemme, siamo solitamente noi a scegliere ed acquistare i regali di natale per i nostri figli o nipotini. Quindi è a voi che questo messaggio va, essenzialmente: da ricordare tutto l’anno, anche se il maggior acquisto di giocattoli in Italia si ha in questo periodo (oltre il 60% del totale). Quali rischi? Tanto per rendervi l’idea e mantenervi pronte nel malaugurato evento: piccoli frammenti possono essere ingeriti provocando soffocamento, ma ci sono anche dei seggioloni o dei lettini pericolosi, non a norma, senza dimenticare le sostanze chimiche tossiche come gli ftalati presenti nella plastica (non a norma) che possono provocare danni ai reni e al fegato. Stesso discorso anche per bracciali e monili low cost che possono contenere cadmio o piombo. In questi giorni la Guardia di Finanza ha sequestrato già 8,8 milioni di giochi pericolosi. Quindi attenzione.

    Foto: Roxelo Babenco