Geloni ai piedi: rimedi, cause e come curarli

da , il

    geloni

    Quali sono le cause e i sintomi dei geloni? E quali i rimedi naturali per curare un disturbo che colpisce molte persone, ma che preferisce le donne e i mesi invernali?

    Il gelone è una reazione cutanea conosciuta anche con il nome di eritema pernio. È, in genere, una malattia benigna ma, se trascurata, può portare chi ne è affetto a gravi complicazioni fisiche. I soggetti più a rischio sono i più giovani, infatti con l’avanzare dell’età il rischio di essere colpiti dai geloni è sempre più basso, anche in caso di recidive. Nelle persone più sensibili, addirittura, il gelone può manifestarsi anche con una semplice immersione delle estremità nell’acqua fredda.

    Cause

    All’origine della formazione del gelone c’è una reazione corporea anomala a causa del passaggio, altrettanto anomalo e repentino, dalle basse temperature a quelle più alte. Il gelone, infatti, è causato dalla brusca esposizione del corpo al caldo immediatamente dopo essere stato al freddo. Ma non tutti rimangono vittima di questo shock termico, perchè, complice del problema è anche una cattiva circolazione sanguigna, facilmente migliorabile con alcuni rimedi naturali.

    Nella maggior parte dei casi, quindi, il gelone è principalmente collegato all’opposizione tra freddo e caldo, i quali rallentano la microcircolazione cutanea. Ma non sempre questa è l’unica causa, infatti un gelone può essere provocato anche dall’esposizione diretta ai materiali gelidi, come ad esempio il ghiaccio o il metallo.

    In ogni caso, l’organismo perde più calore di quanto ne riesca a produrre. Il sangue viene, quindi, allontanato dalle estremità per essere trasportato nelle regioni più bisognose, come il cuore. I tessuti di mani e piedi, però, vanno incontro al congelamento a causa della formazione di cristalli di ghiaccio, che possono lesionare gravemente cellule e sistema tessutale delle aree colpite dai geloni. Se il normale flusso sanguigno non viene ripristinato, queste aree vanno incontro a morte certa.

    Fattori di rischio

    Non sono, inoltre, da sottovalutare anche alcuni fattori di rischio, o possibili patologie scatenanti, che svolgono un’azione fondamentale nella formazione dei geloni anche in presenza di uno shock termico non considerevolmente traumatico. Tra i più comuni sono da ricordare:

    • la denutrizione
    • l’anoressia
    • le malattie circolatorie, come il diabete e il fenomeno di Raynaud
    • la nicotina, che restringe i vasi sanguigni
    • le malattie del tessuto connettivo, in particolare lupus eritematoso sistemico
    • i farmaci vasocostrittori, usati per curare pazienti affetti da ipotensione

    Sintomi

    La manifestazione dei geloni presenta sintomi molto caratteristici, difficili da ignorare o da confondere. Innanzitutto, le zone più colpite sono le estremità del corpo, come le dita di piedi e mani, naso e orecchie, ma anche guance e mento. Tuttavia, più la temperatura è bassa, e il tempo di esposizione lungo, più grave è la manifestazione dei geloni. I sintomi più comuni riscontrati sono:

    • intorpidimento della pelle e formicolio
    • tumefazioni
    • arrossamenti
    • prurito
    • gonfiore
    • comparsa di vescicole e ulcere
    • dolore di tipo trafittivo, con la sensazione di avere piccoli spilli infuocati conficcati nelle estremità colpite

    In caso di geloni profondi, ovvero quando le stremità sono rimaste troppo tempo esposta al freddo, la pelle diventa bluastra e il tessuto sottostante viene percepito come duro e freddo al tatto. Possibili problemi possono interessare anche tendini, muscoli, nervi e ossa. Quando il flusso sanguigno riprende il suo corso e la pelle si sgela, si formano delle bolle di sangue di colore nero. In questo caso si parla di necrosi tessutale, che verrà immediatamente rimossa clinicamente per impedire la formazione di infezioni batteriche.

    Rimedi naturali

    Per prima cosa, è bene riscaldare lentamente le zone del corpo congelate riportandole alla temperatura ottimale. È importante non tentare il riscaldamento in un ambiente freddo, per la facilità con cui la pelle può lacerarsi o rompersi.

    In caso di geloni leggeri, quindi che si manifestano con semplici fastidi, gonfiori e arrossamenti, possono essere utili rimedi naturali come:

    Calendula

    Un ottimo rimedio grazie alle sue numerose proprietà benefiche, la calendula è un potente antinfiammatorio e calmante, in grado di stimolare efficacemente la circolazione sanguigna. Per sfruttarne al meglio tutte le sue potenzialità, per esempio, si può optare per un pediluvio caldo con l’aggiunta di alcune gocce di olio essenziale di calendula.

    Arnica

    Ottima grazie alle sue proprietà analgesiche e lenitive, anche l’arnica: l’olio essenziale di quest’erba può essere utilizzato per effettuare massaggi circolari e benefici sulle zone colpite.

    Centella asiatica

    Per contrastare al meglio i geloni e stimolare la circolazione sanguigna, si può sfruttare l’azione flebotonica, antinfiammatoria e fleboprotettiva della centella asiatica, capace di favorire il microcircolo. Per ottenere i suoi benefici basta bere la tisana a base dell’erba (15 grammi di estratto secco in una tazza di acqua bollente) mattina e sera.

    Rape

    Le rape rosse sono il rimedio della nonna più conosciuto e apprezzato contro i geloni. Il dolore può essere attenuato strofinando sulla pelle delle fettine di rapa, oppure immergendo, per un paio di minuti, le parti interessate in acqua portata ad ebollizione con alcune fettine di rapa. Il sollievo sarà immediato.

    Patate

    Come per le rape, le fette di patate sono tra i rimedi naturali più conosciuti per alleviare rossori e gonfiori della pelle irritata dal freddo e colpita dai geloni. Per poter beneficiare delle sue proprietà lenitive è necessario strofinare delicatamente delle fettine di patata sulle zone colpite dai geloni. L’amido contenuto nelle patate riuscirà a diminuire immediatamente il fastidioso problema e a nutrire la pelle.

    Succo di limone

    Il succo di limone è il rimedio naturale più semplice da applicare in caso di geloni a mani e piedi. Il limone, infatti, è ricco di benefici e, come tutti gli altri altri agrumi, è ricco di vitamina C utile per combattere raffreddore, mal di gola e influenza. Per eliminare arrossamenti, gonfiori o intorpidimento si possono strofinare le dita con del succo di limone appena spremuto.