Garcinia cambogia, come funziona? Proprietà ed effetti collaterali

Da qualche anno impazzano sul web prodotti a base di una pianta tropicale simile ad una zucca, la Garcinia cambogia. Le proprietà della Garcinia cambogia pura o in capsule sono diverse, sembra aiuti a perdere peso e non solo. Tante anche le opinioni sulle sue effettive proprietà, sui benefici e gli effetti collaterali della Garcinia cambogia. Funziona davvero? Scopriamo quali effetti benefici possiede e eventuali controindicazioni.

da , il

    Garcinia cambogia, come funziona? Proprietà ed effetti collaterali

    Come funzione la Garcinia cambogia? E quali sono le sue proprietà e gli effetti collaterali? Resa popolare dal Dr. Oz, un noto programma televisivo americano nel 2012, la pianta della Garcinia cambogia ha conosciuto una vasta diffusione nelle preparazioni utili al dimagrimento. Sembra però che la garcinia abbia altre proprietà e benefici utili alla salute. Tuttavia, nel corso degli anni sono state davvero tante le opinioni contrastanti sul prodotto in questione. Cerchiamo quindi di capire di che cosa si tratta, come assumerla e dove acquistarla.

    Cos’è la Garcinia?

    La Garcinia cambogia è una pianta della famiglia delle Clussiaceae e viene chaimata anche tamarindo del Malabar. Originaria di paesi come India e Pakistan, si tratta di una pianta sempreverde che trova il clima tropicale il suo habitat ideale nel quale cresce si sviluppa oltre i 5 metri in altezza, con foglie oblunghe e dalla struttura molto dura.

    I fiori sono piccoli, mentre i frutti, simili a una zucca verde dalle dimensioni di un’arancia, sono carnosi e contengono in genere 5 semi circondati da una polpa gialla di gusto dolce e commestibile. Anche questi possono prendere il nome di tamarindi, così chiamati anche se non c’entrano nulla con il tamarindo, l’ingrediente usato nella cucina italiana.

    Le coltivazioni della pianta della Garcinia cambogia nel sud est asiatico vengono sfruttate per preparare conserve e marmellate o per produrre uno degli ingredienti del curry e di altri piatti tipici della cucina indiana, dopo l’essiccazione dei frutti.

    Molto diffusa in Asia, la buccia della Garcinia pare avere un alto contenuto di antiossidanti e quindi è in grado di contrastare l’invecchiamento cutaneo e cellulare, oltre che a migliorare la digestione. Tuttavia, la medicina occidentale non ha ancora dimostrato tali proprietà. Negli ultimi decenni, inoltre, è diventata popolare in tutto il mondo per il suo utilizzo come rimedio erboristico dalle numerose virtù.

    Proprietà benefiche

    Secondo alcuni specialisti, la Garcinia cambogia offre diverse proprietà terapeutiche per la salute, oltre a quelle per il dimagrimento di cui parleremo più avanti. La parte maggiormente utilizzata nelle preparazioni erboristiche è la buccia, ma anche il frutto consente di ottenere benefici. Ecco i pincipali:

    Combatte l’ipercolesterolemia

    La Garcinia cambogia è una pianta indicata nel controllo del colesterolo, infatti, nonostante questo sia una componente importante del nostro organismo, può avere effetti molto pericolosi per il sistema cardiovascolare quando si accumula nei vasi sanguigni.

    La Garcinia cambogia ha quindi la capacità specifica di ridurre i valori del colesterolo grazie alla presenza dei flavonoidi, ovvero di quelle sostanze in grado di contrastare il deposito di grassi.

    Riduce l’iperglicemia

    Secondo varie ricerche scientifiche, tra le proprietà della Garcinia Cambogia, c’è anche quella di ridurre l’iperglicemia, una patologia che definisce l’eccessivo livello di glucosio nel sangue, al di sopra dei normali valori glicemici.

    Tuttavia, questa particolare proprietà rientra anche tra le possibili controindicazioni relative all’uso della Garcinia da parte di soggetti diabetici e ipoglicemici.

    Ostacola l’ipertrigliceridemia

    Nei soggetti affetti da ipertrigliceridemia, i frutti della Garcinia cambogia sono in grado di moderare le quantità di trigliceridi nel sangue, i quali possono divenire un serio problema di salute perchè causa dello sviluppo di malattie cardiovascolari, aterosclerosi e pancreatite.

    Secondo alcune evidenze scientifiche, grazie all’utilizzo della Garcinia, assunta sulla base delle predisposizione mediche, i livelli di trigliceridi in alcuni pazienti si sono stabilizzati notevolmente.

    Come funziona

    L‘azione dimagrante della Garcinia cambogia è promossa da un ingrediente presente al suo interno, l’acido idrossicitrico (HCA), che trova la sua maggiore concentrazione nella buccia del frutto, ma è anche presente nell’organismo umano.

    Il suo funzionamento, secondo recenti studi, inibisce l’azione di un particolare enzima che partecipa alla trasformazione di zuccheri, proteine e carboidrati, in eccesso nel nostro corpo, nell’odioso grasso adiposo. In questo modo, l’acido idrossicitrico fa sì che i nutrimenti non utilizzati non si vadano a depositare come grasso corporeo, ma si convertano in produzione di energia, favorendo il senso di sazietà e una maggior accelerazione nel bruciare i grassi durante un intenso sforzo fisico.

    Affermare con certezza che la Garcinia cambogia funziona davvero è impossibile viste le diverse opinioni dei consumatori, che, come avviene in molti casi, si scontrano con quelle dei produttori, tuttavia possiamo citare le varie modalità di funzionamento dell’acido idrossicitrico che fanno della Garcinia un attuale rimedio naturale per il dimagrimento:

    • velocizza il passaggio del cibo nell’intestino limitando l’assorbimento di zuccheri e carboidrati;
    • ostacola l’accumulo dell’adipe producendo maggiore energia;
    • dona un maggiore e più rapido senso di sazietà, riducendo la voglia di ulteriore cibo;
    • previene le abbuffate perchè innalza i livelli di serotonina;
    • sembra in grado di bruciare il grasso addominale e stimolare la trasformazione del grasso in massa muscolare.

    Effetti collaterali

    La Garcinia cambogia non presenta evidenti effetti collaterali e non fa male alla salute umana. Tuttavia, è necessario riferire le testimonianze di alcuni soggetti che hanno comunque riportato lievi, o moderati, effetti indesiderati dopo l’assunzione del rimedio, tra cui:

    • mal di testa
    • diarrea
    • nausea
    • crampi
    • meteorismo

    In particolare, i disturbi gastrointestinali sono stati evidenziati dopo l’assunzione orale di 500 mg di acido idrossicitrico puro, per quattro volte al giorno. Pertanto, sembra dimostrato uno specifico effetto epatotossico della Garcinia cambogia secondo le opinioni mediche, che sta alla base del presunto meccanismo dimagrante, se assunta nel lungo periodo.

    Possibili controindicazioni

    Sono state, inoltre, rese note delle possibili controindicazione nell’uso della Garcinia cambogia nonostante sia necessario ricordare che risulta atossico per la salute. In via generale, se si è sottoposti a delle terapie farmacologiche, è sempre preferibile consultare il proprio medico prima di iniziare il trattamento con la Garcinia cambogia.

    In forma del tutto precauzionale, è consigliato che il consumo venga evitato da determinate categorie di persone e in certe situazioni. Vediamo nel ettaglio quali.

    Diabete, iperglicemia e ipoglicemia

    Come abbiamo visto precedentemente, la Garcinia cambogia può ridurre in modo considerevole gli zuccheri nel sangue. Per questo motivo è consigliata particolare cautela nell’assunzione di tale pianta nelle persone che soffrono di diabete, di iperglicemia e di ipoglicemia, e a coloro che seguono delle terapie farmacologiche o naturali in grado di avere un effetto sui livelli degli zuccheri.

    Gravidanza e allattamento

    Come per tante altre piante, anche la Garcinia cambogia non è indicata come trattamento terapeutico durante la gravidanza e l’allattamento, poichè attuamente non sono ancora stati svolti i giusti accertamenti per escludere possibili ripercussioni sul bambino.

    Problemi alla tiroide

    Secondo alcune evidenze mediche, non ancora del tutto scientificamente dimostrate, il funzionamento della tiroide può risentire dell’assunzione prolungata della Garcinia cambogia. Il problema deriva, in pratica, dagli effetti termogenici dell’acido idrossicitrico sulla ghiandola.

    Alzheimer e demenze

    Il trattamento dimagrante con la Garcinia cambogia non dev’essere prescritto in quei soggetti affetti dal morbo di Alzheimer o da altre forme di demenza, a causa del possibile sviluppo di acetilcolina a livello del sistema nervoso centrale e periferico.

    Anemia

    La Garcinia cambogia contiene una certa quantità di ferro al suo interno. L’assunzione dell’integratore, pertanto, può creare diverse reazioni negative in quei soggetti che assumono farmaci per la cura dell’anemia.

    Dove comprarla

    Fondamentale è sapere dove e come acquistare la Garcinia cambogia. Il prodotto per fini dimagranti può trovarsi sotto forma di capsule o in gocce, nonostante alcuni esperti consiglino la prima formulazione, in virtù della maggiore semplicità di assunzione.

    In entrambi i casi, è possibile acquistare la Garcinia cambogia in farmacia, erboristeria e online, facendo particolare attenzione a quei prodotti con formulazioni non originali o con una quantità di acido idrossicitrico inferiore al 50%. Infatti, tangibili effetti dimagranti sono stati ottenuti con la’ssunzione di prodotti a base di Garcinia cambogia con l’acido al 60%.

    Per quanto riguarda i prezzi della Garcinia cambogia, invece, l’ampio mercato di cui i prodotti godono non danno l’opportunità di stimare una media precisa. È quindi possibile imbattersi in confezioni vendute a pochi euro a quelle di prezzo nettamente più elevato.

    Posologia e dosaggio

    Per quanto riguarda il dosaggio giornaliero di Garcinia Cambogia, l’assunzione dovrebbe essere di 2-4 compresse al giorno, meglio se nel primo mattino o 10-20 minuti prima dei pasti principali.

    La durata del trattamento per la perdita di peso con la Garcinia cambogia è, in genere, di circa 3 mesi con una sospensione di una settimana, prima di riprendere l’assunzione per un altro trimestre. I primi risultati potrebbero essere visibili già con il primo ciclo.

    Inizialmente, si assiste ad una maggiore resistenza allo stress e un netto miglioramento dell’energia fisica, per poi constatare la riduzione del senso di fame e l’accelerazione nello bruciare più rapidamente i grassi.

    Come assumere la Garcinia cambogia in capsule

    Le compresse di Garcinia cambogia sono di piccole dimensioni e vanno assunte con l’acqua circa 20-30 minuti prima di ogni pasto principale, quindi a colazione, a pranzo e a cena.

    Come assumere la Garcinia cambogia in gocce

    La dose di Garcinia cambogia consigliata è di un paio di gocce per tre volte al giorno, cioè prima di ogni pasto. Il prodotto dovrà essere versato sotto la lingua e, atteso circa un minuto, potrà essere ingerito. Il pasto dovrà poi essere consumato circa 30-60 minuti dopo, secondo le indicazioni riportate sulla confezione.