Formicolio alle mani: possibili cause e rimedi

Il formicolio alle mani è un sintomo fastidioso che può dipendere da diverse cause: ecco qualche informazione utile anche sui possibili rimedi.

da , il

    formicolio alle mani cause e rimedi

    Uno strano formicolio alle mani, che soprende in piena notte, la mattina al risveglio oppure interferisce negativamente con la maggior parte delle attività quotidiane? Un sintomo fastidioso più che un disturbo vero e proprio, il formicolio che colpisce le estremità degli arti superiori può essere scatenato da diverse possibili cause, dalla sindrome del tunnel carpale all’ipotiroidismo, e si cura con rimedi specifici, da studiare caso per caso.

    Le possibili cause

    Come già anticipato, il formicolio alle mani può essere il sintomo di una patologia che coinvolge altri organi, ma può anche essere solo il risultato, poco piacevole, di una scorretta posizione. Soprattutto quando si dorme, per esempio, può capitare che le mani vengano schiacciate sotto il peso del corpo, comprimendo alcuni nervi e, quindi, interferendo con il normale flusso sanguigno e favorendo la comparsa del formicolio. Quando, invece, il formicolio alle mani è da interpretare come sintomo, le cause più papabili sono: la neuropatia periferica, caratterizzata dalla compromissione dei nervi che influisce negativamente sulla motilità delle mani; la carenza di vitamina B ed E; la presenza di infezioni o traumi; l’abuso di alcol; l’ipotiroidismo. Una malattia molto frequente nelle donne, che ha tra i possibili sintomi anche il formicolio, è la cosiddetta sindrome del tunnel carpale. Di cosa si tratta? Il tutto come si evince dal nome riguarda il tunnel carpale, ovvero un fisiologico passaggio di legamenti, ossa, nervi e tendini alla base della mano, all’altezza del polso. Quando la zona si infiamma, il tendine si irrita o gonfia, col risultato che si crea una compressione localizzata: il dolore è certo, ma graduale.

    I rimedi utili

    A ciascuna causa il suo rimedio, a ciascuna malattia scatenante la sua terapia specifica. Infatti, se quando è solo un fastidio temporaneo legato alla posizione delle mani basta un po’ di pazienza e qualche massaggio per risolvere la situazione, quando il formicolio è ricorrente e accompagnato da altri sintomi, meglio approfondire con lo specialista per diagnosticarne con esattezza la causa e, di conseguenza, approntare le cure più indicate, che vanno dalla dieta in caso di carenza di vitamina B ed E, alle cure farmacologiche in caso di ipotiroidismo. Nel caso della sindrome del tunnel carpale, per esempio, le cure possibili variano in base al grado di gravità: si va dal riposo della mano, fino all’utilizzo di stecche e tutori, nonché di farmaci antinfiammatori ed antidolorifici (da evitare in gravidanza)e la chirurgia. Un consiglio? Se avete un formicolio alla mano che vi perseguita cercate una diagnosi quanto prima: lo specialista di riferimento, dopo aver consultato e chiesto consiglio al medico si famiglia, è il neurologo.