Fitness: in arrivo la bici da “scrivania” per chi lavora in ufficio

da , il

    Mini bici ufficio

    Fitness: questa parola non fa rima con il lavoro che fate e con la sedentarietà che caratterizza il vostro stile di vita? Fatemi indovinare, trascorrete molte ore al giorno alla scrivania, di fronte ad un pc, poi dovete rientrare a casa e avete mille cose da fare, così, di tempo per andare in palestra non ne rimane. Di alzarsi all’alba per farvi mezz’ora di jogging poi, non se ne parla, manco a dirlo, così… quei chiletti in più, le spalle anchilosate, il collo rigido, la schiena curva ecc. ecc. sono il vostro biglietto da visita. Ma sappiate che le cose per voi possono cambiare, in meglio, naturalmente.

    Peraltro, senza che voi modifichiate in modo sostanziale i vostro ritmi giornalieri e, soprattutto, senza dover ingaggiare un costosissimo personal trainer che vi sproni a fare movimento. La “rivoluzione” da ufficio, arriva dagli USA, dove un solerte ricercatore del Department of Exercise and Sport Science (Università dell’East Carolina) di nome Lucas Carr, ha sperimentato un aggeggio che si chiama mini cycle- mini bicicletta su un campione volontario di 18 impiegati sui 40 anni di età, per la maggior parte donne in sovrappeso.

    Carr, ha fatto piazzare l’attrezzino sotto alla postazione lavorativa (la scrivania, in pratica) di ciascuno di loro, e li ha invitati ad usarla per tutto il tempo che avessero voluto, durante l’orario d’ufficio, per un lasso di tempo di 4 settimane. La mini bici, piccola, discreta e silenziosa, dotata di un set di pedali, era stata collegata al pc in modo che l’impiegato potesse rendersi conto in tempo reale delle calorie bruciate e dei Km percorsi.

    Alla fine dello studio, i cui risultati sono stati poi pubblicati sulla rivista British Journal of Sports Medicine, è emerso che la maggior parte delle persone campionate aveva utilizzato la bici da ufficio per 12 giorni sui 20 lavorativi totali, per un tempo pari a 23 minuti di sport giornalieri. I più volonterosi sono riusciti a “percorrere” fino a 20 Km al giorno, arrivando a bruciare fino a 500 calorie. Non male, considerando che non si sono mossi dal posto di lavoro, né hanno modificato la produttività. Al termine della sperimentazione, agli impiegati è stato dato un questionario in cui dovevano esprimere una valutazione sulla mini bici.

    “Tutti l’hanno trovata semplice da usare e ottima come alternativa all’esercizio fisico all’aperto nei giorni di brutto tempo”, ha commentato Carr. L’idea è quella di incentivare l’uso di questo piccolo attrezzo per combattere la sedentarietà della vita da ufficio, sicuramente non salutare. Tra l’altro, con un costo davvero minimo: le mini bici hanno un prezzo che varia da un minimo di 15-20€ ad un massimo di 50-60€. Io la trovo un’ottima idea, voi che ne pensate?

    Dolcetto o scherzetto?