Essere mamma fa abbassare la pressione sanguigna

da , il

    Buone notizie per tutte le mamme e i papà, essere genitori fa abbassare la pressione sanguigna, quindi malgrado pene, preoccupazioni, ansie e tutto il resto, noi figli facciamo del bene ai genitori, o quanto meno alla loro pressione sanguigna! E’ stato dimostrato che essere genitori comporta una riduzione dei valori della pressione del sangue soprattutto per le donne in cui la differenza è molto alta. Uno studio condotto dalla Brigham Young University (Usa), coordinato da Julianne Holt-Lunstad e poi pubblicato sugli Annals of Behavioral Medicine ha messo in relazione l’essere genitori con i valori della pressione.

    La pressione sanguigna è uno dei problemi più fastidiosi con cui spesso ci troviamo a “combattere” c’è chi tende ad averla alta e chi bassa ma in entrambi i casi può diventare pericolosa, quando è bassa ci fa sentire stanchi, spossati e senza energie, quando è alta invece può seriamente compromettere il battito cardiaco e provocare varie patologie.

    La pressione sanguigna solitamente è da mettere in relazione con esercizio fisico, alimentazione sana e povera di sodio, ma a quanto pare anche i fattori sociali possono determinarne il valore. La ricerca americana è stata condotta su 198 adulti, tutti sposati e in buona salute, dai 28 ai 68 anni (il 70% con figli), che hanno indossato dei piccoli monitor portatili per misurare la pressione per 24 ore di seguito, i valori registrati cambiavano molto durante la giornata in base all’attività, all’umore e ad agenti esterni.

    Mediamente la pressione per madri e padri è 116/71, in pratica i genitori hanno 4,5 punti in meno rispetto a chi non ha figli per la pressione sistolica e 3 punti in meno per quella diastolica, per le donne (le mamme!) i valori sono ancora migliori: 12 punti in meno per la sistolica e di 7 per la diastolica.

    Holt-Lunstad ha dichiarato: “Questo non vuol dire che più figli hai, migliore è la tua pressione. Semplicemente il risultato è legato alla genitorialità, indipendentemente dal numero di bambini o dal fatto di lavorare“.

    Foto da:

    aidscenter.ge www.maxmannix.com www.zastavki.com proudtointroduce.com www49.safesecureweb.com www.coconino.az.gov blog.pricegrabber.com www.crmcwy.org