Echinacea: tutte le proprietà

da , il

    Echinacea proprietà

    È una delle piante medicinali più conosciute, grazie alle sue proprietà curative particolarmente efficaci, l’Echinacea è la miglior alleata fitoterapica per stimolare a dovere le difese naturali dell’organismo. Che si assuma in gocce di soluzione alcolica, in tintura madre, sotto forma di decotto o di compresse, poco importa, l’Echinacea, forte del suo potere immunostimolante, è un toccasana contro gli stati influenzali e le malattie da raffreddamento.

    Di cosa si tratta

    Con il termine Echinacea si intendono una serie di piante originarie del nord America, appartenenti alla famiglia delle Asteracee, con le foglie allungate e strette. Le tipologie disponibili in commercio, in particolare, sono l’Echinacea purpurea, l’Echinacea pallida e l’Echinacea angustifolia. I primi a utilizzare questa pianta medicinale e a sfruttarne le proprietà curative, soprattutto per il trattamento di lesioni cutanee e morsi di animali, furono gli indiani americani.

    Tutte le proprietà

    Non per niente è una delle piante medicinali più conosciute e utilizzate, l’Echinacea può vantare proprietà immunostimolanti, antivirali, antinfiammatorie, antibatteriche, cicatrizzanti e antitossiche. Per questi motivi, è consigliata in caso di stati influenzali o malattie da raffreddamento, sinusiti o problemi respiratori, ma anche per curare piccole lesioni e irritazioni cutanee, punture di insetto o infiammazioni della pelle.

    L’Echinacea è in grado di stimolare le difese immunitarie dell’organismo, favorendo l’aumento del numero e dell’attività delle cellule del sistema immunitario, come i macrofagi, cellule che hanno la particolarità di “fagocitare” i microrganismi aggressori.

    Come si assume

    Ottima per la cura, ma anche per la prevenzione dei malanni invernali, dal mal di gola al raffreddore, fino agli stati influenzali. In particolare, a scopo preventivo, si possono assumere 15-20 gocce di tintura madre in mezzo bicchiere d’acqua da bere una volta al giorno per tutto il periodo invernale. A scopo curativo, invece, quando il problema è l’influenza, si consiglia l’assunzione, dalla prima comparsa dei sintomi fino alla guarigione, di 20-30 gocce di tintura madre di Echinacea diluite in mezzo bicchiere d’acqua da bere ogni mattina per 20-30 giorni; durante la fase acuta portare a tre il numero delle somministrazioni giornaliere.

    Se il nemico da battere è il raffreddore, meglio prendere 30 gocce di soluzione alcolica ogni due ore, fino alla scomparsa dei sintomi. Ottimo anche il decotto, da preparare lasciando in infusione 40 g di radice di Echinacea in un litro d’acqua.