Vitamina A: a cosa serve e alimenti che la contengono

da , il

    vitamina a alimenti

    La vitamina A, una preziosa alleata della salute, toccasana per la vista e la pelle, ma non solo. Cerchiamo di conoscere meglio questa vitamina liposolubile, per scoprire a cosa serve e che alimenti la contengono, sia sotto forma di retinolo sia sotto forma di provitamine, cioè di precursori della vitamina vera e propria. Ecco qualche informazione utile.

    Cos’è?

    Una sostanza nutritiva importante, la vitamina A è una vitamina liposolubile, reperibile in molti alimenti, in diverse vesti e versioni. Può essere sotto forma di retinolo o di provitamina A, come i carotenoidi, che sono precursori della vitamina A. In particolare, queste sostanze una volta assunte tramite l’alimentazione vengono trasformate, con tutti i vantaggi del caso, in vitamina A direttamente dall’organismo. Tra questi c’è il famoso beta-carotene, antiossidante capace di contrastare i radicali liberi e dunque i primi cenni dell’invecchiamento.

    A cosa serve

    A molte, anzi, moltissime cose. Infatti, anche se forse è meno nota delle sue colleghe più famose, come la vitamina C, per esempio, anche la vitamina A va considerata, a tutti gli effetti, un toccasana importante per la salute di tutto l’organismo, dagli occhi all’apparato riproduttivo, dai capelli alla pelle. Fondamentale per la vista, perché la vitamina A è un alleato importante per la retina, ma anche per le ossa, le ovaie femminili e l’apparato testicolare maschile, la vitamina A è coinvolta anche nello sviluppo dell’embrione durante la gestazione. Inoltre è da considerare una vitamina preziosa per la pelle e i capelli: oltre a rendere la chioma più forte e luminosa, è particolarmente utile contro l’acne e le imperfezioni cutanee.

    Gli alimenti che la contengono

    La vitamina A è contenuta in una serie di alimenti, da quelli di origine animale a quelli vegetali, come la verdura e la frutta, sia come vitamina A vera e propria, come retinolo, sia come precursore della vitamina A, soprattutto in veste di carotenoidi. Si può trovare una buona dose di vitamina A nell’olio di fegato di merluzzo, nel fegato, nel tuorlo d’uovo e nel burro. Gli alimenti di origine vegetale più ricchi di questa vitamina sono: le carote, gli spinaci, il cavolo, le verza, l’aglio, il crescione, il tarassaco, il prezzemolo, l’olio di germe di grano, la zucca, la cicoria, il pomodoro, che contiene preziosi carotenoidi, come il licopene, e la lattuga. Si può fare il pieno di vitamina A anche gustandosi un po’ di frutta fresca, come il melone o le pesche, le albicocche, le arance o l’anguria, per esempio.