Dormire poco? Con il tempo può costare la vita

da , il

    Dormire poco

    Abituarsi a dormire poco, a lungo andare, può costare la vita. Lo rivela lo studio di un gruppo di ricercatori diretti da Francesco Cappuccio, direttore del Porgramma Sleep, Health and Society dell’Università di Warwick nel Regno Unito, in collaborazione con l’Università Federico II di Napoli. Dormire meno di 6 ore a notte per un periodo di 25 anni aumenterebbe le probabilità di morire prima del tempo di circa il 12%. Neanche dormire troppo sarebbe indice di buona salute: più di 9 ore per notte indicano che qualcosa non funziona.

    Ai fini della ricerca, gli studiosi hanno revisionato i dati di oltre un milione di persone, raccolti in passato sempre a scopo scientifico. Nello specifico, dormire poco potrebbe, con il tempo, favorire lo sviluppo di patologie di ogni genere, mettendo in pericolo la salute. Dormire troppo, invece, sarebbe sintomo di una condizione di malessere generale: non la causa del male, ma la conseguenza diretta. In parole povere, chi dorme poco starà male in futuro, chi dorme tanto non se la passa bene neanche ora.

    La soluzione ? Avete indovinato: trovare il compromesso, dormendo dalle 6 alle 8 ore per notte. Gli studiosi segnalano che “la società moderna ha visto una graduale diminuzione della media di ore dormite per notte e questi comportamenti sono molto comuni tra i lavoratori. Questo suggerisce una particolare pressione sociale a lavorare sempre più a lungo. Dall’altra parte il deterioramento del nostro stato di salute è spesso accompagnato da un prolungamento delle ore di sonno”. Ulteriori approfondimenti permetteranno di chiarire perchè il sonno è così importante per la salute.

    Foto da:

    www.creswickwool.com.au