Dolore alla spalla: cause e esercizi utili

da , il

    dolore spalla esercizi cause

    Il dolore alla spalla è disturbo tanto comune quanto differenti sono le cause che lo possono provocare. Ovviamente a seconda delle origini, anche le conseguenze dei sintomi saranno diverse: dal dolore acuto a quello cronico, da quello sotto sforzo al suo contrario a riposo, ma anche in base al tipo e all’incidenza di inabilità che provoca. Le articolazioni muscolo-scheletriche e dei legamenti della spalla sono abbastanza complesse ed elastiche, proprio per permettere una grande possibilità di movimenti e potenza al braccio.

    Dolore alla spalla: le cause

    Quando arriva un trauma, un’infiammazione, o un gonfiore, si manifestano dolore ed incapacità di movimento. E’ ovviamente opportuno risalire ad una precisa diagnosi, specie se la sintomatologia perdura per più giorni. Ma vediamo nel dettaglio quali sono le cause più frequenti concentrandoci sulla spalla stessa (il dolore qui localizzato può essere anche sintomo di infarto): le diagnosi più comuni nei pazienti con dolore alla spalla sono la borsite o la tendinite della cuffia dei rotatori, seguita da uno strappo dei medesimi, per il quale l’intervento chirurgico spesso diventa inevitabile. C’è poi la cosiddetta Frozen Shoulder, la condizione definita della “spalla congelata“, perché porta ad una quasi totale incapacità di movimento. In questo caso una terapia fisica e lo stretching sono fondamentali. Molto frequente anche la tendinite calcifica che è caratterizzata da un deposito di calcio tra i tendini (solitamente sempre della cuffia dei rotatori). Capita spesso anche di provare dolore per una dislocazione della spalla stessa: una lussazione, che può avvenire a causa di un trauma o comunque in seguito ad un allentamento delle giunture. E’ purtroppo una condizione frequente anche nei bambini sotto i tre anni. Infine, tra le cause più comuni del dolore alla spalla c’è la comune artrite.

    Dolore alla spalla: esercizi utili

    A seconda dei casi ovviamente le terapie sono diverse: manuali, farmacologiche, chirurgiche, ecc. Ma buona norma sarà attivarsi in esercizi di prevenzione. Attenzione però la ginnastica non va mai fatta in caso di dolore in corso: occorre riposare la parte per qualche tempo e poi affidarsi ad esercizi suggeriti da uno specialista. In generale va detto che i muscoli delle spalle vanno rafforzati. Ma usare troppi pesi in palestra può essere sbagliato e provocare uno sforzo eccessivo e dunque infiammazione. Il più semplice ed utile degli esercizi è quello di mettersi in piedi, in posizione comoda allungando verso l’alto alternativamente le braccia, con lentezza, come se un filo invisibile effettuasse un’unica trazione da sotto la scapola alla punta delle dita. Stessa posizione, con i piedi leggermente allargati, alzare le braccia all’altezza delle spalle e cominciare a segnare piccoli cerchi in senso orario e poi al contrario: attenzione a non forzare sulla schiena. Infine prendere un asciugamano e stringerlo con le mani a circa 10 cm di distanza l’una dall’altra dopo averlo portato dietro la schiena, gomiti piegati e senza inarcare la colonna vertebrale spingere l’oggetto verso l’alto. Ricordate, un bravo terapista potrà non solo consigliarvi tanti esercizi, ma mostrarvi anche come svolgerli correttamente!

    Articoli correlati:

    Dolori muscolari: effetti collaterali dell’inverno

    Artrite si previene con gli sport leggeri

    Artrite: un aiuto dallo stretching

    Mal di schiena, quali esercizi per la prevenzione