Dolore al ginocchio: a cosa è dovuto?

Spesso, si percepisce un dolore al ginocchio che può essere più o meno lieve e condizionare anche in maniera seria le attività quotidiane. L'articolazione del ginocchio è quella che utilizziamo di più, per questo è spesso soggetta a traumi, usura e altri processi degenerativi che possono infiammarla. Per intervenire efficacemente sul problema è quindi necessario indagare con precisione l'origine del dolore.

da , il

    Dolore al ginocchio: a cosa è dovuto?

    A cosa è dovuto il dolore al ginocchio? Il dolore al ginocchio è un problema comune e le cause sono veramente numerose e molto diverse tra loro. Capire come e quando si sviluppa inizialmente il fastidio è fondamentale per effettuare una diagnosi ed indirizzarsi poi verso una terapia precisa. Spesso la causa di tale trauma è da far risalire alle attività sportive amatoriali o a movimenti bruschi, soprattutto in coloro che in un periodo precedente non hanno svolto attività e hanno messo su qualche chilo di troppo. Vediamo più da vicino il problema.

    Caratteristiche del ginocchio

    Il ginocchio è composto da tre ossa: femore, rotula e tibia. Affinché siano protette durante i movimenti, sono rivestite da un tessuto elastico detto cartilagine, che riduce l’attrito che viene a crearsi tra le articolazioni. Il movimento viene, inoltre, agevolato dal liquido sinoviale, che nutre e lubrifica la cartilagine e che occupa lo spazio articolare, ovvero quello tra le ossa.

    L’articolazione del ginocchio è poi guidata dai legamenti, delle robuste strutture di tessuto connettivo fibroso che hanno la funzione di tenere unite fra loro due o più ossa, mantenendo in posizione gli organi. Abbiamo quindi:

    • Legamento crociato anteriore
    • Legamento crociato posteriore
    • Legamento collaterale mediale (o interno)
    • Legamento collaterale laterale (o esterno)

    Oltre ai legamenti, il ginocchio è composto anche dai tendini, cioè quegli insiemi di fibre che hanno la funzione di tenere saldamente collegati i muscoli alle ossa, e consentirne così la corretta mobilitazione, contribuendo a stabilizzare l’articolazione. I tendini dell’apparato locomotore sono quattro tra cui il:

    • Tendine rotuleo
    • Tendine del quadricipite
    • Tendine del popliteo
    • Tendine della zampa d’oca

    Infine, per evitare lo sfregamento tra i tessuti, interviene la borsa sierosa contenente del liquido viscoso, detto liquido sinoviale, che riduce l’attrito e attutisce gli urti. Le principali borse sinoviali del ginocchio sono:

    • Borsa rotulea
    • Borsa poplitea
    • Borsa della zampa d’oca

    Cause più frequenti

    Le cause del dolore al ginocchio, anche chiamato gonalgia, possono essere diverse ed interessare persone di tutte le età. Generalmente, le lesioni che più colpiscono il ginocchio sono di natura traumatica. Altre volte invece, possono svilupparsi in modo progressivo a causa di posizioni scorrette o di sollecitazioni eccessive e ripetitive. Non mancano poi delle patologie, più o meno gravi, che possono essere alla base del problema. Vediamo tutte le cause.

    Borsite al ginocchio

    La borsite, anche nota con il termine di “ginocchio della lavandaia”, consiste in un’infiammazione a carico della borsa sierosa. Le cause più frequenti di borsite del ginocchio sono prolungati inginocchiamenti su superfici dure o traumi ripetuti.

    Come sempre nei casi d’infiammazione, il processo flogistico porta all’aumento di fluidi nella zona colpita, causando rigonfiamento della borsa con conseguente dolore.

    Tendinite al ginocchio

    La tendinite al ginocchio è un processo infiammatorio, che interessa i tendini del ginocchio ed è causata principalmente da traumi ripetuti. Il tendine rotuleo è quello più frequentemente interessato da traumi e, dunque, da tendiniti.

    Spesso, il sintomo più evidente dell’insorgenza di una tendinite è il dolore dietro al ginocchio, che si presenta durante l’allenamento, ma anche a riposo, soprattutto quando si flette il ginocchio da seduti o si scendono le scale.

    Distorsione e lesioni dei legamenti

    La distorsione rappresenta una delle cause principali di lesione a carico delle strutture muscolari, tendinee e legamentose dell’articolazione del ginocchio. Viene spesso causata da un trauma in seguito ad un movimento brusco o errato, come ad esempio una rotazione esterna del ginocchio.

    Oltre al dolore laterale, i sintomi di una distorsione al ginocchio sono il gonfiore, la rigidità articolare e l’instabilità del ginocchio durante i movimenti.

    Rottura dei menischi

    I menischi sono due cuscinetti cartilaginei collocati all’interno dell’articolazione tra il femore e la tibia, che, muovendosi, possono bloccarsi al suo interno. In questo caso, il dolore interesserà il ginocchio laterale interno o esterno.

    Negli anziani, la lesione del menisco è di norma una problematica di natura degenerativa causata dalla progressiva, quanto fisiologica, consunzione della cartilagine.

    Condropatia rotulea

    La condropatia rotulea è una condizione dolorosa, causata dal deterioramento della strato di cartilagine situato sul lato interno della rotula. I sintomi tipici della condropatia rotulea sono il dolore con o senza gonfiore in corrispondenza della rotula e la sensazione di scricchiolio al ginocchio, nel momento in cui viene piegata l’articolazione.

    Artrosi

    L’artrosi del ginocchio è una malattia cronica di tipo degenerativo che riduce la funzionalità dell’articolazione. Nel caso specifico dell’artrosi al ginocchio, anche chiamata gonartrosi, si verifica un deterioramento della cartilagine che riveste le superfici articolari tra femore e tibia, che innesca un processo infiammatorio a carico dell’articolazione.

    I traumi al ginocchio, la sedentarietà, la postura e il sovrappeso sono fattori di rischio che si vanno ad aggiungere a cause inevitabili come l’invecchiamento e la predisposizione genetica.

    Artrite reumatoide

    L’artrite reumatoide è una malattia sistematica del sistema immunitario che può colpire le membrane sinoviali del ginocchio, producendo un’infiammazione in loco, che causa l’eccesso di liquido sinoviale e la progressiva distruzioni delle cartilagini articolari. Ciò provoca una graduale rigidità dell’articolazione e il dolore costante al ginocchio.

    Cosa fare

    Dunque che fare per il dolore al ginocchio? Se il dolore è molto forte e comunque col riposo non si allevia è fondamentale rivolgersi ad un ortopedico che provvederà ad una diagnosi, attraverso l’osservazione clinica della zona lesionata, la valutazione del dolore e alle indagini diagnostiche mirate come i raggi x o la risonanza magnetica.

    Le terapie saranno diverse a seconda dell’origine del problema. In ogni caso il dolore potrà essere attutito con antidolorifici e/o antinfiammatori. In alcuni casi, i farmaci potranno direttamente essere iniettati nell’articolazione, come nel caso delle infiltrazioni di cortisone, per calmare l’infiammazione, o di acido ialuronico per aumentarne la lubrificazione.

    In caso di traumi o patologie gravi del ginocchio, è possibile intervenire chirurgicamente per pulire la cavità articolare o ricostruire le strutture danneggiate.

    Se il dolore al ginocchio non è patologico è possibile ricorrere a rimedi, quali l’agopuntura, ad integratori per il rafforzamento delle cartilagini o a del semplice ghiaccio per sgonfiare l’infiammazione.