NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Dolore al braccio sinistro: infarto o altra causa?

Dolore al braccio sinistro: infarto o altra causa?
da in Cuore, Infarto, Sintomi
Ultimo aggiornamento:

    Dolore al braccio sinistro

    Può arrivare all’improvviso, come una fitta, o svilupparsi lentamente fino a diventare insopportabile, ma il dolore al braccio sinistro significa sempre, per forza, infarto? Com’è facilmente intuibile, la risposta è no: il dolore al braccio sinistro può essere uno dei sintomi dell’attacco di cuore, ma non solo, può anche dipendere da un’altra causa, più o meno seria. Ecco gli altri possibili colpevoli, in grado di scatenare fastidi e dolori al braccio sinistro e l’identikit più approfondita dell’infarto o, meglio, dei suoi sintomi.

    Se è vero che un infarto può manifestarsi anche con la comparsa di fastidi e dolori al braccio, è altrettanto vero che non sempre i problemi all’arto superiore sinistro sono il segnale della presenza di una patologia cardiaca.

    Infatti, il dolore al braccio sinistro, di varia intensità, può essere la spia d’allarme che indica la presenza di un disturbo a carico del muscolo cardiaco, ma non solo. Può essere anche il sintomo di un problema di tipo muscolare, che colpisce i vari distretti limitrofi, dal braccio, alla spalla, fino al collo e alla schiena.

    Potrebbe trattarsi di tendinite o problemi al gomito, come di un disturbo che ha colpito l’esofago, la schiena le vertebre cervicali e che si propaga, con sintomi dolorosi, fino al braccio sinistro. Da non sottovalutare, inoltre, anche le cause più banali, come i crampi, l’affaticamento muscolare, o l’assunzione di posizione scorrette, magari durante il riposo notturno.

    Meglio usare il condizionale, perché come molti indizi non costituiscono davvero una prova, alcuni sintomi non palesano per forza una malattia o un disturbo.

    Se il dolore al braccio sinistro potrebbe far sospettare la presenza di un problema cardiaco, come l’infarto, è importante ricordare che la sintomatologia dell’attacco di cuore prevede una serie di altri segnali da non sottovalutare.

    Non basta un dolore, più o meno intenso e diffuso, in corrispondenza del braccio sinistro per autodiagnosticarsi con certezza un infarto, anzi. L’attacco cardiaco, che si verifica quando si blocca il flusso di sangue diretto a una parte del cuore, è associato a molti altri sintomi. In particolare, in presenza di un infarto, si può osservare: il dolore al petto, con fitte e/o senso di pressione al centro del torace; il dolore dal centro del petto si estende alla spalla e al braccio; la sudorazione aumenta; compare affaticamento, nausea e mancanza di fiato.

    489

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN CuoreInfartoSintomi
    PIÙ POPOLARI