Disturbi del sonno: più facili se si eccede con l’alcool

da , il

    disturbi sonno alcol

    I disturbi del sonno sono molto comuni tra chi abusa di alcol. E l’effetto sembra essere maggiore nelle donne rispetto agli uomini. E’ chiaro che anche qui rientra il concetto già illustrato parlando di medicina di genere: alcune sostanze hanno un effetto diverso a seconda dell’organismo maschile e femminile e l’alcol è una di queste. I risultati di un’interessante studio al riguardo sono stati pubblicati sulla rivista Alcoholism: Clinical & Experimental Research. Il lavoro ha coinvolto 93 adulti (età media 20 anni), 29 con precedenti di alcolismo.

    I volontari sono stati suddivisi in due gruppi: ad alcuni è stato somministrato placebo, ad altri alcol fino alle ore 22,00. Dalle 23,00 in poi è stato monitorato il loro sonno. “L’alcol ha indotto un aumento della sonnolenza ma ha disturbato la qualità del sonno degli interessati: più nelle donne che negli uomini. La qualità del sonno indotto dall’alcol non è risultata differente tra i soggetti reduci da pregresse storie familiari di alcolismo. Il sonno è risultato peggiore con l’alcol rispetto al placebo. Il risultato conferma i risultati di altri studi che illustrano come una dose elevata di alcol aumenti il sonno nella prima metà della notte, il che significa un sonno più profondo, ma si interrompe nella seconda parte della notte: aumenta dunque lo stato di veglia” ha spiegato il dott. J. Todd Arnedt, psichiatra e neurologo presso l’Università del Michigan (Usa), curatore dell’indagine.

    Da chiarire: il fatto che tali disturbi siano più rilevanti nel gentil sesso non significa che gli uomini non subiscano effetti negativi da tale abitudine. Semplicemente le donne avranno un ulteriore motivazione per evitare l’alcol, in generale e soprattutto nelle ultime ore prima di andare a letto. E’ una delle piccole regole per dormire bene.