Dimagrire con le tisane amare

da , il

    dimagrire con le erbe

    Le tisane amare sono un efficace rimedio per perdere peso, se bevute per 1 settimana, infatti, posso aiutare a smaltire sino a 2 taglie. Quando non sono gli stravizi alimentari ad allargare il nostro punto vita, le cause potrebbero essere il malfunzionamento dei reni, che non riescono a smaltire tutte le tossine, o uno squilibrio del fegato, che genera un surplus di scorie. Alcune erbe, allora, si rivelano particolarmente utili contro i chili di troppo.

    Se per esempio, avete esagerato a tavolo, il tarassaco è un erba davvero eccezionale, poiché agisce come diuretico, depurativo e blando lassativo. Inoltre, il tarassaco favorisce favorisce la funzione del fegato e la digestione dei cibi, e aiuta a tenere sotto controllo anche i livelli di glucosio, colesterolo e trigliceridi nel sangue.

    Il tarassaco potete trovarlo facilmente in erboristeria. Per fare l’infuso, basta far bollire per 10 minuti un cucchiaio di radici in 250 ml di acqua e filtrare prima di bere. Se non avete tempo, potete optare per l’estratto liofilizzato (500-750 mg al giorno di estratto titolato in inulina min. 5%) da assumere lontano dai pasti. Con il tarassaco si possono effettuare cicli di trattamento di 2 mesi, intervallati da un mese di pausa. Non è consigliato a chi soffre di calcoli alle vie biliari, ulcera gastrica e duodenale.

    Anche l’ortosiphon è un’arma efficace contro i gonfiori della zona fianchi, i ristagni e il senso di pesantezza. Agisce, infatti da depurativo del fegato e dei reni. L’ortosiphon può essere assunto sotto forma di infuso (seguendo la stessa procedura spiegata per l’infuso di tarassaco), o di estratto secco titolato in sinensetina 0.3%, 150 mg al giorno lontano dai pasti, 2-3 volte al giorno. L’infuso di ortosiphon è controindicato in gravidanza e durante l’allattamento, ma anche in presenza di insufficienza cardiaca e insufficienza renale.

    Dolcetto o scherzetto?