Dieta: fare la spesa senza carta di credito fa dimagrire

da , il

    fare la spesa

    Fare la spesa senza carta di credito fa dimagrire, perché? Pagare in contanti farebbe sentire il peso dei soldi spesi, tenendo lontana la voglia di junk food, i classici snack dei fast food, che fanno male alla salute. A sostenerlo è una ricerca della Cornell University e dell’Università di Bufalo, diretta da Manoj Thomas, Kalpesh Kaushik Desai, e Satheeshkumar Seenivasan e pubblicata sul “Journal of Consumer Research”. Secondo gli studiosi, infatti, chi tende ad assumere peso, dovrebbe sbarazzarsi di questa cattiva abitudine, che svuota il portafogli, e allarga i buchi della cintura…

    Il team dei ricercatori, infatti, ha analizzato ben 1.000 famiglie americane, focalizzandosi sui loro acquisti e sulle modalità di pagamento per scoprire eventuali correlazioni. In questo modo, è emerso come il denaro elettronico stimolasse l’acquisto di junk food, responsabili di favorire la depressione, oltre che svariate patologie a carico del sistema cardiovascolare.

    Gli esperti hanno spiegato che:

    esiste una relazione diretta tra l’insalubrità degli alimenti e l’impulsività del loro acquisto: cibi poco salutari tendono infatti a suscitare reazioni compulsive.

    A salvare dai chili di troppo, così, arrivano i tradizionali contanti, che rendono gli acquisti psicologicamente più dolorosi di quelli fatti con le carte di credito, tenendo il peso sotto controllo. Per verificare questa teoria, gli studiosi hanno preso in considerazione i dati dei Centers for Disease Control (34% di adulti obesi negli USA), incrociandoli con la percentuale di pagamenti elettronici (40%).

    L’esisto del test ha dimostrato come l’autocontrollo non nasce esclusivamente da un atto di volontà, ma può essere influenzato da altri fattori legati al contesto, solo in apparenza non correlati, ma in grado di agire in profondità nella psiche di una persona.

    Dolcetto o scherzetto?