Dieta: ecco quella per combattere lo stress da rientro

da , il

    Con Settembre siamo tornati proprio tutti a casa, anzi al lavoro e alla routine quotidiana. I nostri ritmi almeno nei primi giorni sono abbastanza sballati. Quanti di voi risentono della cosiddetta “sindrome del rientro”? Lo possiamo chiamare anche stress post vacanze, come volete, ma i sintomi sono sempre gli stessi: insonnia, mal di testa, melanconia ecc. Vi abbiamo già dato qualche consiglio generale. Come sempre però un aiuto può arrivare dall’alimentazione. Ecco allora che i cibi elaborati andranno cancellati dai nostri menù per lasciare spazio a cibi freschi e leggeri.

    Ma su cosa possiamo contare principalmente? La natura sembra non lasciare spazio a dubbi: quale è il frutto tipico di settembre? L’uva. Già la tradizione popolare tramandava suoi effetti calmanti, ma anche alcune ricerche scientifiche recenti hanno evidenziato queste caratteristiche.

    Soprattutto quella rossa, contiene una gran quantità di melatonina, capace di regolare i ritmi circadiani alterati dopo le vacanze. Non solo, possiede anche una discreta quantità di vitamina B6 che aiuta a combattere l’ansia.

    Il consumo di frutta dolce e zuccherina, aiuta inoltre a produrre serotonina, quell’ormone definito del “benessere” a causa delle sensazioni piacevoli che ci da. Male non fanno mai le verdure: da preferire sempre quelle di stagione.

    E a tavola? Occorrerà preferire il pesce, ricco di Omega tre. Si tratta di sostanze capaci di aumentare le difese immunitarie e di stimolare il sistema nervoso centrale, migliorando così l’umore e l’energia. Meglio alternarlo con le carni bianche, per almeno un paio di settimane.

    Aggiungete i giusti carboidrati, togliete l’alcol e le sostanze eccitanti in eccesso e variate il più possibile.

    Un quadratino di cioccolato potete anche concedervelo ogni tanto, specie se fondente, fa bene all’umore (ma non al resto, quindi amiche attente alle quantità!).