Dieta: dimagrire con gli integratori

da , il

    cla

    Si può dimagrire con gli integratori alimentari? Ultimamente, infatti si sente un gran parlare dell’acido linoleico coniugato (CLA), ma è davvero così efficace? Intraprendere una dieta dimagrante, non è mai facile, richiede impegno, costanza e una grande forza di volontà, anche se il diario alimentare può essere un alleato prezioso contro i chili di troppo. Molte di noi, invece, preferiscono ricorrere agli integratori, pensando così di liberarsi dei rotoli di ciccia più facilmente.

    In circolazione esistono centinaia di diete, persino il WWF ha lanciato un nuovo regime alimentare che fa bene alla salute, ma anche all’ambiente, anche se è preferibile non improvvisarsi e rivolgersi sempre ad un nutrizionista competente, che sarà in grado di proporre una dieta che tenga conto del nostro stile di vita, prendendo in considerazione non solo la nostra struttura corporea, ma anche il tipo di attività che svogliamo durante l’arco della giornata.

    Molte donne, tuttavia preferiscono il fai-da-te, tra cui rientra anche l’uso di integratori, come l’acido linoleico coniugato, utilizzato per incrementare la massa magra a scapito di quella grassa. Tuttavia, non esistono prove dell’effettiva efficacia del prodotto. Il CLA è un acido grasso con omega 6 e si trova in molti cibi come la carne o i latticini, sotto forma di integratore viene impiegato per favorire la massa magra.

    Da tempo, all’acido linoleico coniugato, vengono attribuite proprietà dimagranti, antiossidanti e persino anti-diabetiche, ma secondo alcuni studiosi, al contrario, metterebbe a repentaglio il sistema cardiovascolare, oltre che favorire il rischio diabetico.

    L’uso dell’acido linoleico coniugato, perciò, è sconsigliato a chi soffre di problemi cardiovascolari o di diabete, perché potrebbe esacerbare tali patologie. Inoltre, è assolutamente da evitare in presenza di gastrite.