Diabete: un alleato nel tè verde

da , il

    tè verde

    Il diabete si combatte con il tè verde. Come abbiamo già detto tante altre volte, il tè verde, utile anche come colluttorio in caso di carie dentarie, è davvero un toccasana per la salute. Il tè verde, infatti, ricco di preziosi antiossidanti, sarebbe in grado di impedire o di ritardare l’insorgenza del diabete di tipo 1. A rivelarlo è stato uno studio condotto di recente dagli scienziati del Medical College of Georgia, coordinati dal dottor Stephen Hsu, biologo cellulare, che è il frutto di anni e anni di ricerca.

    Questa bevanda non smette mai di stupirci, anche se bisogna ricordare di bere il tè verde senza aggiungere il latte perché fa diminuire il suo potete antiossidante.

    Inizialmente, la ricerca, aveva lo scopo di scoprire gli effetti del tè verde sulla sindrome di Sjogren, una patologia infiammatoria cronica, che distrugge le ghiandole esocrine. Gli studiosi, così, hanno testato l’efficacia del principio antiossidante presente nel tè verde (EGCG) su cavie malate di diabete di tipo 1 e della sindrome di Sjogren, entrambe patologie autoimmuni.

    Il dottor Stephen Hsu ha spiegato che:

    L’EGCG modula i geni, in modo da sopprimere le anomalie a livello molecolare nella ghiandola salivare, riducendo tra le altre cose la produzione di autoanticorpi, gli anticorpi che il corpo produce contro sè stesso.

    Il trattamento con l’EGCG, infatti, ha dimostrato un notevole rallentamento nell’insorgenza del diabete di tipo 1 e di altre malattie autoimmuni. Lo studio, naturalmente, va ancora approfondito, anche perché, prima di poter sbilanciarsi in merito, l’efficacia dell’EGCG va sperimentata sugli esseri umani. Tuttavia, lascia bene sperare in una nuova via contro la lotta al diabete.