Diabete: si previene con il digiuno

da , il

    diabete e digiuno

    Il diabete si previene con il digiuno. La notizia, arriva da una ricerca dell’Heart Institute dell’Intermountain Medical Center di Murray (Utah, Usa), secondo la quale, il digiuno, se programmato ed effettuato sotto stretto controllo, è in grado di ridurre il rischio di sviluppare il diabete di tipo 2, ma anche le malattie a carico del sistema cardiovascolare. Chiaramente, i ricercatori non invitano a saltare il pasto di tanto in tanto o a seguire diete improvvisate, ma a rivolgersi ad un medico per un digiuno studiato.

    Quando non mangiamo, nonostante si avverta lo stimolo della fame, il nostro corpo per reazione produce più colesterolo, che viene utilizzato come fonte di energia, in sostituzione del glucosio. Tale meccanismo, fa diminuire le cellule adipose, e aiuta a prevenire l’insorgenza del diabete.

    I ricercatori, per verificare la loro tesi, hanno condotto un test coinvolgendo 230 volontari. Dopo 24 ore di digiuno i partecipanti hanno mostrato un aumento dei livelli di colesterolo cattivo del 14%, ma anche di quello buono del 6%. Questo studio, in realtà parte da molto lontano, è iniziato, infatti, nel 2007 con lo scopo di dimostrare la correlazione tra digiuno e riduzione del rischio di malattie coronariche.

    Il coordinatore della ricerca, il dottor Horne, ha spiegato che:

    Questi nuovi dati dimostrano che la nostra scoperta iniziale non era casuale. Ci vorranno ulteriori studi per comprendere appieno la reazione del corpo a digiuno e il suo effetto sulla salute umana
    .

    Lo studio, sebbene meriti ulteriori approfondimenti, fa ben sperare. Apre, infatti, la via all’introduzione del digiuno a scopo preventivo per chi è affetto da diabete o da malattie coronariche.

    Dolcetto o scherzetto?