NanoPress Allaguida Pourfemme Tecnocino Buttalapasta Stilosophy Tantasalute DesignMag QNM MyLuxury

Diabete: le regole da seguire a tavola

Diabete: le regole da seguire a tavola
da in Alimentazione, Diabete, Dieta
Ultimo aggiornamento:

    Diabete regole a tavola

    Diabete, una malattia cronica caratterizzata dall’aumento della glicemia, che non può essere curata una volta per tutte, ma merita una terapia adeguata e qualche attenzione particolare nelle abitudini di vita. Una malattia che impone alcune regole da seguire a tavola per non degenerare e peggiorare ulteriormente. Il tutto senza pensare che essere diabetici imponga regimi alimentari fatti di privazioni e poco gusto, anzi. Basta una buona dose di attenzione e il gioco è fatto.

    Prima di capire quali regole deve seguire a tavola chi ne soffre, meglio chiarire cosa si intende per diabete. Si tratta di una malattia cronica caratterizzata da un aumento della glicemia, cioè il livello degli zuccheri nel sangue, e da alterazioni metaboliche. Se, in condizioni normali, la glicemia viene regolata da una serie di sostanze, in particolare dall’insulina, un ormone prodotto dalle cellule ß del pancreas che permette allo zucchero di entrare nelle cellule per nutrirle, in caso di diabete si verifica una disfunzione della sua produzione o del suo funzionamento che impedisce il passaggio dello zucchero nelle cellule e quindi ne provoca un ristagno nel sangue in quantità eccessiva. Esistono due forme di diabete: si parla di diabete di tipo 1 quando il pancreas non è più in grado di produrre insulina, mentre di diabete di tipo 2 quando c’è una ridotta capacità di produzione dell’insulina.

    Il controllo del regime alimentare, quando si soffre di diabete, è fondamentale. Se è vero che non esiste una dieta valida per tutti i soggetti diabetici, perché tutti gli organismi reagiscono in modo differente ai trattamenti, è altrettanto vero che esistono alcune regole generali valide per tutti.

    Regole da differenziare in base al tipo di diabete.

    In caso di diabete di tipo 1, la somministrazione dell’insulina va modulata in base anche a cosa si mangia. In particolare, tenendo in considerazione la quantità di carboidrati che si assumono a ogni pasto, per regolare al meglio la quantità di insulina da assumere evitando scompensi.

    Per chi soffre di diabete di tipo 2, invece, la lista delle regole a cui attenersi a tavola è più complessa. Innanzitutto, è fondamentale limitare le calorie assunte, così come il consumo di carboidrati, sostanze in grado di influenzare la glicemia. Osservati speciali soprattutto i carboidrati semplici, che non vanno né banditi né demonizzati, ma introdotti nella dieta con parsimonia. Attenzione, quindi, a non esagerare con il consumo di dolci, bibite gassate e zuccheri. Fondamentale, poi, introdurre nel regime alimentare le fibre, sostanze preziose per modulare l’assorbimento degli zuccheri, da assumere attraverso frutta e verdura – almeno cinque porzioni ogni giorno.

    507

    SCRITTO DA PUBBLICATO IN AlimentazioneDiabeteDieta
     
     
     
     
     
    PIÙ POPOLARI