Diabete: curarlo con la chirurgia bariatrica

da , il

    Diabete chirurgia bariatrica

    Per combattere il diabete, una delle prime soluzioni che si dovrebbero prendere in considerazione è la chirurgia. Nella fattispecie, quella bariatrica, che normalmente viene utilizzata per quei pazienti che soffrono di obesità grave e che non riescono a far fronte al problema con diete, ginnastica e altri trattamenti meno invasivi. In pratica il sistema sarebbe lo stesso, si agirebbe attraverso l’inserimento di un by-pass gastrico o praticando una gastrectomia. E’ quanto ribadito nel corso del Secondo Congresso Mondiale sulle Terapie, in corso a New York, a proposito delle cure della principale malattia del sistema metabolico.

    La International Diabetes Federation (IDF) ha sostenuto che la chirurgia bariatrica nella lotta contro il diabete (suppongo la forma più pericolosa, il diabete di tipo I o mellito) dovrebbe essere considerata “in prima istanza”, ovvero, non appena insorta la patologia, in modo da arrestarla subito, prima che cominci ad avere effetti negativi sull’organismo. Prendete questa notizia davvero con le pinze, perché si tratta semplicemente di una ipotesi ancora da vagliare e sperimentare, prima di poter essere davvero considerata come cura possibile su larga scala.

    Allo stato attuale delle cose, guarire dal diabete di tipo I non è possibile. Si tiene sotto controllo la malattia con la somministrazione quotidiana di insulina e una dieta adeguata. Meglio vanno le cose per le altre forme di questa patologia dovuta ad una incapacità del pancreas di produrre l’insulina, ormone, indispensabile per metabolizzare gli zuccheri nel sangue e permetterne l’assimilazione.

    Il diabete di tipo II può essere tenuto a bada con la sola alimentazione, anche se la persona che ne soffre deve sempre effettuare controlli della glicemia per evitare picchi o cali pericolosi. Vedremo in futuro se davvero la chirurgia bariatrica potrà costituire una terapia valida e definitiva contro una malattia che, ricordiamolo, colpisce 300 milioni di persone nel mondo (stime aggiornate).