Depressione: un aiuto dall’olio di pesce per quella post-partum

da , il

    Depressione Post Partum olio di pesce

    L’olio di pesce potrebbe essere un alleato prezioso contro la depressione post partum, una malattia che colpisce il 25% delle donne. Si tratta di un disturbo insidioso, capace di danneggiare sia la madre che il neonato, e che nei casi peggiori può sfociare nell’infaticidio. Ecco, perché la depressione post partum va curata con attenzione e soprattutto va diagnosticata precocemente. Tuttavia, arriva una speranza dall’olio di pesce, che, se consumato durante la gravidanza, aiuterebbe a diminuire i sintomi della malattia.

    A rivelarlo, è una ricerca dell’University of Connecticut (sezione School of Nursing), diretta dalla dottoressa Michelle Prince Judge e presentata al convegno Experimental Biology 2011 tenutosi a Washington, D.C.

    Gli studiosi, infatti, hanno coinvolto 52 donne incinte, che sono state divise in 2 gruppi. Il primo gruppo, ha ricevuto una capsula con olio di pesce (3000 mg di DHA), dalla 24a settimana di gravidanza fino al parto, mentre il secondo gruppo ha consumato soltanto una capsula contenente un placebo, sebbene in apparenza risultasse identica all’altra.

    Dopo la nascita dei figli, le mamme sono state esaminate attraverso il Postpartum Depression Screening Scale, un sistema che permette di misurare le emozioni e i sentimenti come tristezza, ansia, senso di colpa, perdita di sé e pensieri suicidi. Dall’osservazione, è emerso come il primo gruppo mostrasse punteggi decisamente inferiori nella Postpartum Depression Screening Scales e, contemporaneamente, meno sintomi come ansia e perdita d’identità.

    Come ipotizza la la dottoressa Judge:

    Il consumo di DHA durante la gravidanza – a livelli che sono ragionevolmente raggiunti dagli alimenti – ha il potenziale di diminuire i sintomi della depressione post-partum.

    Tuttavia, come la stessa ricercatrice fa notare, la ricerca merita ulteriori approfondimenti, anche perché basata su un campione ridotto.