Depressione: italiani più depressi della media UE

da , il

    depressione e italiani

    Gli italiani che si riconoscono nei sintomi della depressione sono in numero maggiore rispetto alla media europea. E’ il risultato di un sondaggio dell’Eurobarometro, redatto in vista della prossima conferenza del Patto europeo per la salute mentale e il benessere. I ricercatori hanno intervistato più di mille connazionali, che hanno dichiarato di provare sensazioni negative con una frequenza anomala, nettamente più alta rispetto ai cittadini degli altri paesi europei. In particolare, la maggior parte degli italiani intervistati ha affermato di aver provato tutte le emozioni negative contemplate dall’indagine “sempre” o quasi sempre.

    Perché gli italiani sono depressi? Tanti ritengono di non essere riusciti a portare a termine molti dei progetti che avevano pianificato a causa di problemi fisici o emotivi. La percentuale italiani che ha gettato la spunta prima di ultimare un progetto a causa di un problema fisico o emotivo è rispettivamente dell’11% e del 25% (contro il 6% e il 18% rappresenti la media UE).

    I risultati del sondaggio non lasciano spazio ai dubbi: siamo un popolo particolarmente ansioso e sensibile. Eppure, la percentuale dei connazionali che ricorre all’aiuto degli esperti è in linea, se non inferiore, alla media europea (14% contro il 15% europeo). E anche i pazienti che assumono regolarmente farmaci antidepressivi sono in linea con l’Europa: 6% contro il 7% dell’UE. Come si spiega questa incongruenza? Più che di vera e propria depressione, tendiamo a soffrire di stati d’ansia: non a caso a dispetto delle percentuali riportate sopra, gli italiani che usufruiscono di ansiolitici e altri rimedi per curare l’ansia sono in numero maggiore rispetto alla media UE.

    Dolcetto o scherzetto?