Depressione bipolare: come riconoscere i sintomi

La depressione bipolare è un disturbo caratterizzato da una polarità dell'umore, da un passaggio repentino da stati di euforia maniacale a depressione profonda.

da , il

    Depressione o disturbo bipolare, come riconoscere i sintomi di un problema così difficile che secondo i dati ufficiali colpisce una persona su 100? Se delineare i contorni delle cause e dei fattori di rischio è decisamente un compito più arduo, se non quasi impossibile, dare un volto ai sintomi è più facile purtroppo. La polarità dell’umore, caratterizzata da gravi alterazioni dello stesso, è il segnale più evidente: le persone che soffrono di depressione bipolare passano da stati di euforia ed esaltazione maniacale a fasi di depressione profonda.

    La fase maniacale

    In questa fase, tra i sintomi più evidenti del disturbo bipolare, la persona è preda di un’euforia quasi fuori controllo, di una disinibizione eccessiva e di comportamenti impulsivi. Ha tantissima energia, ma non riesce a incanalarla nel modo corretto; si butta in mille progetti, ma senza concluderli. Insomma, l’interessato sembra essere smodatamente “su di giri”, va a mille ma in modo insensato.

    La fase depressiva

    Dal pieno di energia e dall’euforia alla depressione, che colpisce soprattutto, ma non solo, le donne. È questa, solitamente la parabola che caratterizza il disturbo bipolare. Nella fase depressiva l’umore è a terra, non ci sono particolari stimoli o motivazioni, la vita appare come un inutile fardello di dolore e sofferenza. Le energie scarseggiano così come la voglia di fare e di progettare. Nei casi più gravi, il rischio è che la depressione degeneri fino ad atti di autolesionismo o, addirittura, al suicidio.

    La fase mista

    Non sempre, ma può capitare che il passaggio da una fase all’altra, dall’euforia alla depressione sia misto, cioè sia caratterizzato da uno stato “ibrido”, caratterizzato da sintomi depressivi e, allo stesso tempo, manifestazioni maniacali.