Depilazione a luce pulsata: come funziona, rischi, effetti collaterali e controindicazioni

da , il

    Depilazione con la luce pulsata

    Più che una scelta definitiva, una scelta efficace per ritardare il problema e ridurlo, la depilazione con la luce pulsata non garantisce l’eliminazione per sempre, una volta per tutte, dei peli superflui, ma assicura di ridurne, seduta dopo seduta, la ricrescita. Si tratta di una delle tecniche più innovative del genere, ecco come funziona la fotoepilazione tramite luce pulsata, quali sono i rischi e i possibili effetti collaterali, i vantaggi e le eventuali controindicazioni.

    Come funziona?

    Consigliato per eliminare o, comunque, ridurre, il fastidioso problema dei peli superflui in ogni parte del corpo, il trattamento di epilazione con la luce pulsata è adatto per le gambe, per la zona bikini, ma anche per il viso. In cosa consiste? La fotoepilazione tramite luce pulsata prevede la distruzione selettiva del follicolo del pelo, tramite l’energia che si converte in calore.

    Questione di calore, quindi, ma senza rischi per la cute: la pelle circostante, quando si “attacca” un pelo, non subisce alcun danno perché le sofisticate apparecchiature utilizzate per il trattamento permettono di differenziare la temperatura tra quella percepita dalla pelle e quella sprigionata quando si raggiunge il bulbo pilifero. Prima di cominciare la seduta l’operatore applica un apposito gel, che, oltre a fungere da conduttore, protegge anche la pelle dall’energia emessa. Preparata la zona da trattare, l’operatore esperto, tramite un apposito manipolo, emettere a intervalli regolari gli impulsi di luce sulla zona da trattare. Alcuni peli cadranno nel corso della seduta, altri cadranno nell’arco di alcuni giorni.

    Rischi, indicazioni e controindicazioni

    Ogni seduta ha una durata variabile, dai quindici ai trenta minuti in base alla zona da trattare. Solitamente le sedute necessarie vanno da tre a dieci, per le zone più estese, da effettuare con cadenza mensile.

    Tra le controindicazioni, il sole: si consiglia di evitare l’esposizione al sole durante la settimana successiva al trattamento; per questo motivo, è preferibile sottoporsi al trattamento di epilazione con la luce pulsata durante i mesi invernali, quando la tintarella è ancora lontana.

    I costi variano in base all’estensione della zona e alla densità dei peli superflui. La media dei prezzi a seduta va dai 70 euro richiesti per le aree più piccole, come le sopracciglia per esempio, fino agli oltre 400 per le gambe.

    Non ci sono veri e propri rischi o effetti collaterali, rispetto ad altri metodi di depilazione spiacevoli evenienze come irritazioni o peli incarniti, per esempio, non sono da contemplare. È meglio, però, ribadire che scegliere la luce pulsata non garantisce di dire addio per sempre al problema peli superflui. La ricrescita, però, diminuisce in modo evidente, fino all’80-90%.

    Dolcetto o scherzetto?