Dal tai chi un aiuto contro il Parkinson, dà una mano a ritrovare l’equilibrio

da , il

    Tai chi Parkinson

    Alle persone anziane che soffrono di Parkinson, specialmente al primo stadio o in forme non particolarmente gravi, i medici consigliano sempre di fare attività fisica regolare, per lo meno, di sforzarsi di farla. E’ molto importante, infatti, contrastare il progressivo irrigidimento di muscoli e articolazioni provocato dal morbo, mantenendosi in esercizio. Ma non tutta la ginnastica può andare bene allo stesso modo. Esistono esercizi specifici che vengono insegnati nei centri di riabilitazione, e a questi potrebbe presto aggiungersi il tai chi,una disciplina orientale dei cui benefici stiamo cominciando ad accorgerci anche noi occidentali.

    Basato su sequenze di movimenti lenti e sul controllo della postura, il tai chi si è rivelato utilissimo per aiutare i pazienti parkinsoniani a ritrovare l’equilibrio, come ha ben messo in luce un apposito studio condotto da Li Fuzhong, docente presso il Research Institute Oregon di Eugene (USA), e pubblicato sulla rivista New England Journal of Medicine.

    Lo studio ha coinvolto 195 persone anziane sofferenti di Pakinson lieve e divisi in due gruppi, il primo ha eseguito esercizi di tai chi per l’equilibrio, il secondo semplici esercizi di stretching, il tutto per un periodo di follow up di 24 settimane. Al termine della sperimentazione, il campione che si era “allenato” con il tai chi aveva migliorato le proprie condizioni, al contrario del gruppo di controllo; inoltre, si è appurato che i benefici della disciplina orientale permanevano anche dopo tre mesi.

    “E’ bene chiarire che non stiamo andando a sbarazzarci dei sintomi perché il Tai chi non è una droga nè una cura. Ma può aiutare ad alleviare le difficoltà a rallentare la progressione della malattia e a diminuire l’incidenza delle cadute negli anziani”, ha precisato Fuzhong. Direi un ottimo consiglio da prendere al volo per i tanti pazienti parkinsoniani non gravi, visto che ormai sono diverse le palestre dove si tengono corsi di tai chi anche dedicati a persone anziane con qualche disabilità.

    Dolcetto o scherzetto?