Cucinare aiuta a combatte lo stress

da , il

    cucina antistress

    Cucinare aiuta a combattere lo stress. Lo avreste mai detto? Sono sicura che per molte di noi, cuoche provette, non è una novità. Secondo il biofisico tedesco Stephan Klein, infatti, mettersi ai fornelli, assieme allo sport e al fai-da-te, è tra le attività in grado di ridurre sensibilmente i livelli di stress, un problema molto diffuso soprattutto tra le donne, che devono dividersi tra lavoro e famiglia, e che si ripercuote non solo a livello psichico, ma anche fisico. Non a caso, chi è costantemente sottoposto a situazioni stressanti, è più vulnerabile ai raffreddori, alle malattie cardiache e all’ipertensione.

    Esistono molti modi per contrastare lo stress, la medicina alternativa, per esempio, offre tutta una serie di rimedi naturali, alcuni davvero molto efficaci, ma anche dedicarsi alla cucina è un’attività salutare, in grado di migliorare il benessere psicofisico.

    Prima di tutto, perché ci consente di ritagliare un po’ di tempo per svolgere una singola attività, e in secondo luogo, non bisogna dimenticare, che cucinare è un’attività creativa e come tale, ci permette di sperimentare nuove idee, inventare ricette, provare varianti, anche se si sta seguendo una dieta ipocalorica, la fantasia in cucina non guasta mai.

    Inoltre, cucinare attiva tutte le nostre capacità sensoriali, dal gusto al tatto, e persino l’udito. Quando prepariamo dei piatti, infatti, il nostro udito percepisce la consistenza degli alimenti, così come il nostro olfatto sente gli odori e li combina.

    Insomma, cimentarsi in cucina fa bene alla salute, a prescindere dal fatto di essere dei cuochi sopraffini o meno. E se a questo, aggiungiamo una bella cena in compagnia di amici, lo stress è messo completamente K.O.