Criolipolisi, il freddo per sciogliere i grassi

da , il

    Una donna si misura la vita

    Si chiama criolipolisi la nuova tecnica per eliminare il grasso di troppo che si accumula nei fianchi, nei glutei e nelle zone dove di norma dieta e allenamento stentano a dare risultati tangibili. Forse lo avete già intuito dal nome: alla base della nuova strategia c’è l’azione tonificante delle basse temperature. L’ideatore, Mathew Avram, dermatologo del Massachusetts General Hospital and Cosmetic Dermatology Laser Center, ha spiegato che “il grasso è più suscettibile al freddo” e la tecnica non danneggia in nessun modo la pelle.

    Le terapie del freddo stanno prendendo sempre più piede in campo medico. Poco tempo fa abbiamo parlato di crioterapia, come alternativa al bisturi per curare il tumore al seno. E’ la prima volta, però, che questo genere di cura viene proposta per raggiungere scopi prettamente estetici.

    La criolipolisi è attualmente al vaglio della Food and Drug Administratrion e sottoposta a ulteriori sperimentazioni dall’American Academy of Cosmetic Surgery, l’associazione dei dermatologi degli Stati Uniti. Il dott. Mark Bernan,presidente dell’associazione, ha detto che ”non sembrano esserci problemi causati dal riassorbimento del grasso”. Se quest’ultima osservazione verrà confermata, la terapia del freddo potrebbe rivelarsi più efficace della liposuzione, che spesso ha come effetto collaterale il problema del riassorbimento spontaneo del grasso.

    Insomma, quest’anno è stato proprio l’anno del freddo, in tutti i sensi! Forse il lungo inverno che ci ha abbandonato a stento pochi giorni fa, nascondeva un messaggio che alcuni scienziati hanno saputo cogliere al volo.

    Dolcetto o scherzetto?