Couperose: tutti i rimedi naturali, casalinghi e della nonna

da , il

    Couperose rimedi naturali

    Più che una vera malattia, la couperose, nota anche come acne rosacea, è un inestetismo cutaneo legato alla dilatazione dei piccoli capillari del viso, che formano uno spiacevole reticolato, fin troppo evidente, sulla pelle. Colpisce soprattutto le donne, con una particolare preferenza, tra le zone del viso, per le guance. Per tenere sotto controllo il problema, meglio fare un po’ di chiarezza tra creme, cure e rimedi naturali casalinghi e della nonna.

    Cosa sono

    Inestetismi della pelle, veri e propri reticolati di capillari dalla tipica colorazione rossastra. Se i primi a dilatarsi sono i capillari, complici gli sbalzi di temperatura e lo stress che comportano, con il tempo si verificano dilatazioni permanenti anche delle vene che rendono l’inestetismo ancora più vistoso e di colore rosso-violaceo.

    Le couperose interessano con maggiore frequenza le guance, con la tipica, quanto antiestetica, diramazione ad ali di farfalla, ma non “disdegnano” nemmeno il naso. Tra i bersagli preferiti ci sono le donne, soprattutto quelle che hanno la pelle chiara e particolarmente delicata. Colpisce invece più raramente gli uomini e i bambini.

    Cosa fare

    Se la medicina, grazie alla tecnologia offre rimedi efficaci contro la couperose, come il laser o la luce pulsata, anche la fitoterapia offre una vasta gamma di creme tutte naturali e di spunti utili per confezionare efficaci rimedi casalinghi, i cosiddetti rimedi della nonna.

    La prima mossa vincente contro la couperose, per evitare di peggiorare l’inestetismo, è scegliere uno stile di vita e un’alimentazione salutare. Meglio limitare il consumo di alcolici e di caffè, aumentando invece l’apporto di vitamine e in particolare di vitamina p, alleata preziosa della permeabilità dei capillari.

    Tra i rimedi naturali più adatti allo scopo ci sono l’ippocastano, che stimola il microcircolo, il rusco, ricco di flavonoidi, utili per migliorare la resistenza e la permeabilità delle pareti dei capillari, la calendula e la malva, che possono vantare ottime proprietà lenitive.

    Gli antocianosidi, sostanze derivate dalle piante (mirtilli, uva, frutti di bosco) in grado di aumentare la resistenza dei capillari, sono un ottimo rimedio casalingo. Stimolano il microcircolo, esercitando un’azione vasocostrittrice, efficace contro la couperose.

    Protagonista del più classico dei rimedi della nonna, la camomilla assicura anche contro questo inestetismo cutaneo tutta la sua azione lenitiva e antinfiammatoria; il decotto può essere l’ideale per fare degli impacchi sulle zone del viso colpite dalla couperose.

    Dolcetto o scherzetto?