Cos’è lo yoga: benefici, posizioni e a cosa serve [FOTO]

da , il

    Cos’è lo yoga? Molti pensano di sapere rispondere con sicurezza a questa domanda, ma pochi sanno davvero di cosa si tratta, quali benefici garantisce, quali sono le posizioni che lo caratterizzano e a cosa serve. Lo yoga è molto più di una disciplina orientale che è diventata negli ultimi anni di gran moda anche in Occidente. Ecco qualche informazione utile.

    Cos’è?

    Yoga è il termine generico per definire una disciplina di origine orientale. Una disciplina mirata a garantire benefici al corpo, attraverso il potenziamento muscolare e il miglioramento posturale, ma anche alla mente. Una disciplina, insomma, che ha i contorni più ampi e omnicomprensivi della filosofia di vita.

    Nato in India nei secoli scorsi, lo yoga si basa sull’assunzione di determinate posizioni, chiamate Asana, mantenute con il controllo del respiro, Pranayama, e il dominio della mente. La versione più nota e praticata è l’Hata yoga: posizioni statiche del corpo unite a una respirazione corretta e a un atteggiamento mentale finalizzato a cancellare ogni forma di pensiero; migliora la consapevolezza di sé, l’atteggiamento posturale e mentale.

    Posizioni

    Numerose le Asana possibili. Ciascuna con regole e significati, benefici e vantaggi. Tra le più semplici e conosciute ci sono, per esempio, la posizione del cane, che si esegue partendo carponi, per poi puntare i piedi a terra, sollevare il bacino inspirando ed espirando distendere braccia e gambe.

    Simile, ma non uguale, utile per allentare le tensioni muscolo-scheletriche della schiena, la posizione della tigre: partendo carponi con le braccia e le gambe in linea con spalle e bacino e gli alluci che si sfiorano, inspirando ruotare il bacino portando il coccige verso l’alto, inarcando la schiena, ed espirando portare il coccige verso il basso. Meno conosciuta ma utilissima per migliorare assetto postulare ed equilibrio, invece, la posizione del pilastro: stesi a terra, supini, con le gambe piegate e i piedi aderenti al terreno; inspirando sollevare la gamba e il braccio destro, mettendo piede e mano a martello.

    Benefici, a cosa serve?

    A cosa serve lo yoga? A molto, anzi moltissimo. I benefici e i vantaggi assicurati dalla pratica costante dello yoga, posizione dopo posizione, sono più numerosi di quanto si pensi.

    Migliora l’elasticità, la forza e la tonicità muscolare. Le posizioni allenano a dovere muscoli e tendini, aiutandoli a diventare più elastici e “allungabili”, ma anche potenziandone tono, forza e resistenza. Anche il respiro facilita l’allungamento della muscolatura, perché una corretta respirazione favorisce uno stato di rilassamento globale utile per il lavoro di allungamento muscolare.

    Rilassa corpo e mente. Le posizioni e le tecniche di respirazione dello yoga favoriscono il rilassamento mentale e fisico, aiutano ad allentare le tensioni e a ridurre gli effetti deleteri dello stress.

    Migliora la postura e la mobilità delle articolazioni, sfruttandone, grazie alle diverse posizioni, a pieno la fisiologica possibilità di movimento. Infatti, le Asana coinvolgono le articolazioni di tutto il corpo, abituandole gradualmente a una maggiore mobilità. Anche la postura ci guadagna, prevenendo la comparsa di dolori scheletrici, fastidi articolari e problemi alla schiena.

    Stimola la circolazione e allena il cuore. Grazie allo yoga è possibile sollecitare al meglio la circolazione del sangue in tutti i distretti corporei, anche i più periferici, migliorando anche l’ossigenazione dei tessuti. Pur non essendo un allenamento di tipo aerobico, lo yoga inoltre sollecita positivamente anche il sistema cardio-circolatorio, migliorandone la funzionalità, la capacità di resistenza e di recupero dopo uno sforzo.

    Diverse tipologie

    Se l’Hata yoga è la versione più conosciuta e diffusa, le tipologie di yoga possibili sono decisamente più numerose. Lo yoga kundalini, conosciuto anche come “yoga della consapevolezza”, lo yoga Iyengar, che garantisce l’allineamento e l’equilibrio tra le diverse parti del corpo, con effetti benefici sulla postura e sul sistema cardiocircolatorio, e lo yoga nidra, una tercnica di rilassamento tradizionale, per citare solo alcune delle versioni classiche. Più moderne, frutto della contaminazione occidentale, invece, le discipline come lo yoga dinamico, che prevede l’esecuzione delle posture in sequenza, intervallate da movimenti di transizione e supportate dalla sincronizzazione del respiro, il power yoga o lo yoga-fit, cioè un mix ben calibrato di yoga e fitness, lo yoga integrale o lo yoga della risata, che combina esercizi della risata indotta con esercizi di respirazione.