Contraccezione: arriva il “pillolo” per l’uomo

da , il

    Pillolo uomo

    Se a prendere la pillola anticoncezionale dovesse essere il vostro partner, vi fidereste? Molte donne a questa domanda hanno riposto con un no secco: gli uomini sono troppo sbadati per ricordarsi di assumere una pillola quotidianamente. E chi ha detto che l’assunzione deve essere giornaliera? Un team di ricercatori della Bar–Ilan University di Tel Aviv sta mettendo a punto “il pillolo”: l’alternativa maschile alla pillola anticoncezionale, in grado di sopprimere la capacità fecondativa dell’uomo per un periodo compreso tra uno e due mesi, a seconda della quantità ingerita. In altre parole, basterà assumere un solo pillolo per assicurarsi una funzione anticoncezionale per le settimane successive.

    A differenza della pillola classica, l’alternativa proposta dai ricercatori israeliani non ha alcuna componente ormonale, ma agisce inibendo l’azione di una proteina dello sperma necessaria alla fecondazione. Per buona pace degli uomini che vedono a rischio la propria virilità, la produzione degli spermatozoi rimane invariata, ma viene neutralizzata temporaneamente la loro funzione procreativa.

    Il farmaco è già stato sperimentato con successo alcune cavie da laboratorio e non sono stati registrati effetti collaterali: “i topi si comportano normalmente” ha assicurato il coordinatore della ricerca Haim Breitbart. Ma la dottoressa Mariacristina Meriggiola, responsabile dell’equipe dell’ospedale Sant’ Orsola di Bologna, si è dimostrata un po’ scettica, in quanto “i topi non sono un buon modello per la spermatogenesi umana e sicuramente sarà necessario un ulteriore passaggio su altri mammiferi (le scimmie) prima di passare alla sperimentazione sugli esseri umani”. Non resta che attendere l’esito delle prossime ricerche.

    Foto da:

    style.it

    Dolcetto o scherzetto?