Conosciamo meglio la distimia, una forma di depressione

da , il

    distimia depressione leggera

    Distimia, una parola poco conosciuta che corrisponde ad un disturbo molto frequente. Si tratta infatti di una forma di depressione, sicuramente più leggera della depressione comune di cui siamo abituati a parlarvi, ma comunque sempre significativa del punto di vista dell’alterazione della qualità della vita di chi ne soffre. I suoi sintomi sono solo meno evidenti. Spesso la distimia si alterna ad episodi di vera e propria depressione, rendendo complicata una diagnosi precisa e soprattutto una terapia mirata.

    In genere chi soffre di distimia riesce a lavorare e a mantenere rapporti sociali, ma con un grande sforzo interiore, che spesso non viene neppure percepito dai familiari o le persone care. La persona affetta da distimia è infatti considerata solo triste e cupa. I sintomi sono comuni a quelli della depressione: basso tono dell’umore, insicurezza, scarsa stima di se, senso di astenia, disperazione, negativismo, ecc. Compare a tutte le età, ma è reversibile. Solo in alcuni casi diventa cronica. Nel sospetto è importante dunque rivolgersi ad uno specialista, psichiatra, che provvederà ad una adeguata terapia. Perché è importante cercare di guarire dalla depressione, in qualunque forma si manifesti.

    Dolcetto o scherzetto?