Come superare lo stress degli esami di maturità

da , il

    maturita stress rimedi

    Gli esami di maturità sono alle porte e lo stress per chi li deve affrontare si fa sentire ogni giorno di più. Di fatto si tratta della prima grande prova con se stessi, c’è ansia per il futuro a lungo termine, anche se ciò che preoccupa maggiormente sono le settimane a venire: quali scelte per l’università? Saranno determinanti per il proseguo della vita. E le amicizie? Rimarranno o si perderanno? L’esame di maturità è la vera linea di confine, tra l’adolescenza e la vita da adulti. E’ chiaro che già di per se stesso porta uno stato di agitazione emotiva complesso, aggravato dalla paura di un esame impegnativo, per il quale, magari, non si è studiato abbastanza (o semplicemente non si crede di essere preparati). Lo stress e la stanchezza per l’anno scolastico che si sta concludendo sono al massimo, come superarli?

    Il sonno è la prima arma

    Un buon sonno ristoratore, ogni notte, è la prima arma per arrivare senza sforzo e con il minor stress possibile all’esame di maturità. Non è una contraddizione, ma uno stato di fatto: la memoria delle donne è decisamente più attiva rispetto a quella dei colleghi maschi, ma va aiutata. Il cervello se non viene messo a riposo dormendo circa 8 ore per notte, alla lunga può dare segni di cedimento ed i primi sintomi sono proprio la difficoltà di concentrazione e di memorizzazione, fondamentali per chi si prepara ad un esame. Per questo, già da ora anziché studiare notti intere è più importante dedicarsi al sonno, favorendolo con una buona tisana al biancospino o una camomilla, evitando caffè ed altre sostanze stimolanti nell’arco della giornata, ma soprattutto dal tardo pomeriggio in poi.

    Lo sport come antistress da esami di maturità

    Se la mente è sgombra e riposata, scarica di tensioni, assimilare il contenuto di un ripasso di storia o di geografia sarà sicuramente più semplice. E cosa c’è di meglio che una sana attività motoria? Andare in palestra, o magari a fare jogging, anche insieme ad un gruppo di amiche, è l’ideale. Lo sport aiuta anche a stancarsi quel tanto che basta per dormire bene, ma soprattutto ossigena le vie respiratorie, i polmoni, il sangue, il cervello. Vanno poi bene anche le altre attività ludiche, come lo shopping o il teatro o il cinema, ma l’attività motoria è sempre la numero 1.

    Prepararsi con la giusta alimentazione

    Una recente ricerca scientifica realizzata presso la Fondazione Maugeri, ha evidenziato come lo zinco ed il ferro, assunti nella quotidiana alimentazione, siano in grado di stimolare la concentrazione, la memoria ed il ragionamento, aiutando a prendere bei voti sia in matematica che in italiano! La dieta corretta ha dunque un aspetto fondamentale per vincere lo stress e la stanchezza da esami. Ecco allora che bisogna avere un’alimentazione ricca di questi nutrienti, ma anche di vitamine (la c in particolare che aiuta l’assimilazione del ferro), di antiossidanti, e di tanti liquidi. Ricordate che la disidratazione può provocare stati confusionali ed è molto pericolosa: non vorrete sentirvi male il giorno dell’esame?! In generale vanno evitate le cene pesanti, gli alcolici e gli snack salati, soprattutto se questi spuntini sono notturni. Prediligete verdure fresche (lattuga e sedano in primis), ma anche banane, pesche e frutta dolce, pesce e pollo, riso e pasta (meglio se integrali), yogurt e miele. Provare per credere.