Come stare bene con il ciclo in 4 mosse

Qualche consiglio utile per scoprire come stare bene con il ciclo mestruale in poche semplici mosse.

da , il

    Come stare bene il ciclo in 4 mosse. Inutile tentare di negarlo, fingendosi forti e invincibili. Inutile tentare di mascherare il disagio che si prova, nella maggior parte dei casi, durante quei giorni del mese. Il ciclo mestruale è ovviamente un evento fisiologico e naturale, ma non è sicuramente un appuntamento mensile piacevole o che passa in sordina, almeno per la stragrande maggioranza delle donne. E, quindi, meglio avere qualche trucco a portata di mano per sapere come affrontarlo.

    1. Niente paura della sindrome premestruale

    I primi fastidi si fanno sentire ben prima che compaia il ciclo mestruale vero e proprio. Il primo “nemico” della serenità femminile ogni mese si chiama sindrome premestruale, che si presenta una serie di piccoli e grandi dolori, più o meno sopportabili, che vanno dal gonfiore e la tensione mammaria, ai fastidi addominali e alla bassa schiena, fino agli sbalzi di umore, alla stanchezza e all’irritabilità. Niente paura, solo questione di poche ore di pazienza e poi passa. Per contenere i sintomi, si può ricorrere ad alcuni rimedi, naturali e non.

    2. Non sopportare il dolore

    Non è necessario dimostrarsi stoiche e invincibili. Non è scritto da nessuna parte che una donna per ritenersi davvero tale debba essere in grado di sopportare senza battere ciglio il dolore e i fastidi che il ciclo mestruale comporta, anzi. Esistono una serie di alleati ad hoc per alleviare i sintomi del ciclo. Da quelli farmacologici, come analgesici e antinfiammatori, a quelli naturali, fino ai classici rimedi della nonna, come la borsa dell’acqua calda o il bagno caldo per esempio.

    3. Concediti un po’ di riposo

    Sempre per la serie non è necessario soffrire in silenzio e fare finta di nulla, se i dolori del ciclo diventano insopportabili e la stanchezza, aggiunta a fastidi e irritabilità, rischia di mettere davvero a terra, un po’ di riposo è d’obbligo. Certo, senza lasciare che il ciclo ogni mese interferisca negativamente con impegni e responsabilità, vita privata e professionale, ma un riposino più del solito in quei giorni non può fare che bene.

    4. Attenzione all’igiene intima

    Per vivere davvero bene quei giorni del mese, anche l’igiene intima va curata con attenzione. Bando alle vecchie ed errate credenze popolari, ai falsi miti che volevano che la donna con il ciclo facesse morire le piante e che non dovesse toccare l’acqua. Via libera a una minuziosa igiene intima quotidiana, ripetuta più volte al giorno, utilizzando oltre all’acqua corrente anche un detergente specifico. In caso di necessità possono essere utili saltuariamente anche le salviettine per la detersione intima.