Come eliminare i porri della pelle usando rimedi naturali [FOTO]

da , il

    I porri e le verruche della pelle sono delle escrescenze piccole e dure, e abbastanza fastidiose, che possono comparire sulla nostra epidermide, specialmente su mani e piedi. Esistono diversi sistemi per eliminarli, anche andando in farmacia senza dover necessariamente passare per il dermatologo, si possono trovare dei medicamenti, che però possono risultare un po’ “corrosivi”, sulla cute. Tradizionalmente i porri sono sempre stati curati dalla medicina popolare con metodi a volte legati alla superstizione, ma c’è da dire che proprio dai rimedi naturali e dalla fitoterapia possiamo recuperare qualche utile sistema privo di effetti collaterali, per sbarazzarci dei fastidiosi “nodini”. Vediamone qualcuno.

    • La buccia di patata. Dovrete sfregare la parte interna di una buccia tagliata sottilissima di una patata cruda, per due volte al giorno. In poco tempo il porro dovrebbe annerire, seccare e, infine, cadere
    • La foglia di fico. Il latte delle foglie di fico è un ottimo rimedio contro i porri. Va sfregato sulla parte per due volte al giorno, per un tempo di circa 5 minuti. Dopo il trattamento, la pelle va sciacquata con acqua fredda e tamponata. Gli effetti dovrebbero vedersi in pochi giorni
    • L’urina. Dopo aver lavato e asciugato la parte da trattare, ci dovere mettere sopra… la vostra urina. Sì, immagino che l’operazione vi possa apparire un po’ schifosetta, però sappiate che l’ammoniaca contenuta nell’urina funziona benissimo contro porri e verruche. Si deve procedere per tre volte al giorno e nel giro di un paio di settimane il porro sparirà
    • L’ananas fresco. Vi serve una fettina d’ananas fresco al giorno, da sfregare sul porro più volte nell’arco della giornata. Pare sia un rimedio efficace e veloce
    • Succo di pompelmo. Anche il succo di questo agrume sortisce ottimi risultati. Vi basterà applicarlo più volte al giorno, con l’ausilio di una garza. Di solito il porro sparisce nel giro di un paio di settimane
    • Estratto di celidonia. Si tratta di una pianta molto diffusa nei nostri prati, dai tipici fiorellini gialli. Secerne un succo che si deve applicare sulla parte diverse volte al giorno. Risultati assicurati!

    Dolcetto o scherzetto?