Come contrastare la febbre alta con l’omeopatia

da , il

    omeopatia febbre

    La stagione è quella del raffreddore, del mal di gola, dei dolori articolari e soprattutto della febbre. Come sapete questa è un sintomo di un’infezione che può essere di qualunque tipo, sia virale che batterica. Rappresenta comunque una risposta del sistema immunitario ad un qualcosa che ritiene estraneo e da combattere. E’ per questo motivo che la febbre di per se stessa non deve solitamente mettere in allarme. Nella maggior parte dei casi scompare da sola nell’arco di 36-48 ore. Certo è che se è alta, sopra i 38,5° va tenuta sotto controllo, abbassata, con le classiche spugnature fredde, o i comuni farmaci antipiretici. Un aiuto può arrivare anche dall’omeopatia, laddove non si voglia o non si possa utilizzare queste due possibilità terapeutiche.

    Come sapete, l’omeopatia si basa sulla cura dell”individuo nel suo complesso, quindi di fatto una terapia omeopatica mirata deve essenzialmente tener conto del paziente e delle sue generali condizioni di salute, oltre che del tipo di febbre che ha. In generale però possiamo dare le seguenti indicazioni da seguire in attesa di una accurata visita medica: se la febbre si manifesta all’improvviso ed è subito molto alta, oltre i 38,5° C, può essere utile somministrare dell’Aconitum 9 CH (una dose da ripetere dopo 3-6 ore), prima dell’inizio della sudorazione. Questo rimedio è particolarmente indicato se la temperatura alta si presenta accompagnata da brividi di freddo, sete, agitazione e stato d’ansia. Quando invece inizia la fase successiva, quella della sudorazione sarà opportuno passare a Belladonna 9 CH, 5 granuli ogni ora, indicata anche e soprattutto in concomitanza con gola rossa e tosse secca.

    Stesso dosaggio di Apis 9 CH se la febbre si alza improvvisamente, ma rimane moderata. Se al contrario si è in presenza di una febbricola e che tende a salire, ma rimane comunque sotto i 38,5° potrebbe essere utile assumere del Ferrum Phosphoricum 9 CH (anche in questo caso 5 granuli ogni ora). Questi dosaggi e rimedi sono utili sia per gli adulti che per i bambini, per i quali l’omeopatia non è certamente considerata pericolosa.