Cistite: un aiuto dal mirtillo rosso

da , il

    mirtilli rossi antibiotici naturali

    Ancora uno studio scientifico a conferma delle proprietà dei mirtilli rossi, nel contrastare le infezioni del tratto urinario, rimedio naturale conosciuto dalle nonne di tutto il mondo. Stavolta ad evidenziare le caratteristiche salutari di questi gustosi frutti colorati è un’analisi retrospettiva di numerosi altri studi scientifici effettuati nel tempo, realizzata dai ricercatori del National Taiwan University Hospital e della National Taiwan University College of Medicine e pubblicata sulla rivista “Archives of Internal Medicine“. Le infezioni delle vie urinarie, cistite in primis sono particolarmente frequenti nel genere femminile e diventano una preoccupazione in gravidanza e nei pazienti anziani o ricoverati in ospedale, che spesso e volentieri, per motivazioni varie è preferibile che non siano sottoposti a terapia antibiotica, doverosa in casi tali.

    Il risultati dello studio sulle proprietà dei mirtilli rossi

    Gli studiosi hanno analizzato i dati di trial che hanno coinvolto più di 1600 persone. Ne è emerso che i prodotti contenenti mirtilli rossi sono effettivamente efficaci nella prevenzione delle infezioni delle vie urinarie, soprattutto in caso di donne affette da cistite ricorrente, bambini ed anziani. Altresì è emerso che è meglio bere succo fresco di mirtilli (o mangiarne) piuttosto che assumerli sotto forma di integratori in capsule: del resto che gusto ci sarebbe? In particolare inoltre è stato evidenziato come alcune caratteristiche biologiche di questi frutti siano in grado di proteggere le mucose urogenitali, dall’escherichia coli, noto batterio venuto agli onori della cronaca la scorsa estate come batterio killer, nella sua forma antibiotico-resistente, ma in realtà molto comune nelle urine di tutti noi.

    I sintomi delle infezioni delle vie urinarie

    A seconda del tratto colpito e dal batterio i sintomi possono essere diversi. In generale però in una cistite (molto nota purtroppo al genere femminile) tra le più comuni infezioni delle vie urinarie, i sintomi essenziali sono bruciore durante la minzione, stimolo frequente a fare pipì, astenia e dolore lombare. In tutti i casi, al dubbio, basta spesso un semplice esame delle urine per avere una diagnosi precisa. Trattandosi per lo più di infezioni batteriche la terapia d’elezione è quella che usa antibiotici, ma, questa forma di cura spesso diventa causa di ricadute della malattia a causa degli effetti collaterali intestinali che comporta e all’indebolimento delle difese immunitarie. Per questo i rimedi naturali, come il mirtillo rosso, sono particolarmente importanti: se non nella cura, almeno nella prevenzione.

    Foto: Giorgio per Flickr

    Mirtillo rosso, un alleato delle donne

    La cistite, così come altre fastidiose infezioni alle vie urinarie, è un disturbo molto frequente soprattutto tra le donne, proprio a causa dell’anatomia del corpo femminile. Di per sé non è un problema particolarmente serio, ma, trascurato, può comunque estendersi all’apparato riproduttivo creando delle infiammazioni anche gravi. Ma soprattutto, produce dei sintomi davvero sgradevoli, senza contare che chi si ammala di cistite una volta, diventa poi più facilmente soggetto a recidive. Per tanto è sempre meglio, a proposito di infezioni da agenti patogeni, virus e batteri, agire “a monte”, ovvero, a livello preventivo.

    Da oggi, sappiate che un alleato fidato lo potreste trovare nel mirtillo rosso, un frutto davvero delizioso, i cui principi attivi sarebbero molto efficaci nel contrastare l’azione infettiva dei batteri che possono colonizzare la vescica e le vie urinarie, specialmente l’Escherichia Coli, uno dei più diffusi.

    E’ il risultato di uno studio americano, condotto dai ricercatori del Medical Center di Omaha, i quali hanno dimostrato che con la somministrazione di estratti di mirtillo rosso in dosi da 500 a 1000 g, si riescono a combattere in modo eccellente anche infezioni in pieno “svolgimento”. La sperimentazione ha infatti evidenziato una riduzione dei batteri attivi nella vescica del 45% sul gruppo di donne campionate.

    Un gran bel risultato per un prodotto totalmente naturale e, quindi, privo di effetti collaterali. Alla luce di questa scoperta, se anche voi siete soggette a cistiti ricorrenti, assumere degli integratori a base di mirtillo rosso, oltre al consumo del frutto fresco, può essere un buon modo per proteggersi da nuove infezioni nel futuro.