Cistifellea, a cosa serve e dove si trova?

da , il

    Cistifellea cosa serve

    Cistifellea, a cosa serve e dove si trova? Una domanda alla quale spesso molti non sanno trovare una risposta davvero convincente. Sì, perché questo organo, la cistifellea, noto anche con il nome di colecisti, è tra gli sconosciuti più illustri del corpo umano. Forse perché non è da considerare un componente essenziale dell’organismo, una parte fondamentale della “macchina” perfetta, o quasi, che è l’essere umano. Ma c’è, ha una collocazione precisa e anche una funzione: cerchiamo di saperne e capirne di più.

    Collocata nella parte alta e destra dell’addome, proprio sotto il fegato, la cistifellea, detta anche colecisti, è caratterizzata da una singolare forma a pera e ha il compito di accumulare la bile. In particolare, la cistifellea svolge la funzione di “magazzino” di questa sostanza prodotta dal fegato, dalle cellule epatiche, per poi renderla disponibile all’apparato gastrointestinale durante il processo digestivo.

    Niente di più quindi, di una funzione di immagazzinamento del liquido secreto dal fegato e utile durante la digestione. Non a caso è da annoverare tra gli organi di cui si può fare a meno, perché non assolve nessun compito da considerate cruciale o vitale. Ma, proprio come tutti gli altri organi, la colecisti può essere protagonista di alcuni disturbi.

    Dai meno preoccupanti, ma decisamente dolorosi, come i calcoli, che nella maggior parte dei casi si formano a causa di un livello eccessivo di colesterolo, caratterizzati dalla presenza all’interno della cistifellea di formazioni dure, dalla consistenza simile a quella dei sassi, di grandezza variabile. A quelli più seri, come le forme tumorali. Complice la sua non essenzialità, infatti, quando i calcoli creano problemi o coliche dolorose frequenti, così come quando si riscontra la presenza di un tumore, si consiglia un intervento chirurgico, effettuato in laparoscopia, per asportare la colecisti, la colecistectomia.