Cipolla, mangiarla per prevenire cancro e infarto

da , il

    Cipolle le proprieta

    Regina della tavola, la cipolla è anche fida alleata contro cancro e malattie cardiache, come infarto e inctus. Le cipolle sono una vera meraviglia della natura, un prodotto della terra che istintivamente associamo al profumo del soffritto che invade la casa, e alle bellissime “collane” che ornavano le cucine delle nostre nonne come dorati pendenti. Che la cipolla facesse bene alla salute, dotata di molteplici virtù depurative e disintossicanti, lo si sapeva, ma ora vengono alla luce altre proprietà salutari che ci faranno amare ancora di più questo splendida pianta bulbacea, incluse le sue parti di solito meno appetibili.

    La cipolla previene il tumore al colon-retto

    I ricercatori dell’Università autonoma di Madrid hanno scoperto speciali qualità contenute soprattutto nella buccia e nei primi strati delle cipolle. Si tratta di fibre e flavonoidi in grado di proteggere il nostro organismo da malattie cardiache, diabete, nonché soprattutto il tumore al colon-retto, una delle neoplasie più diffuse sia tra gli uomini che tra le donne. L’unico problema è che proprio le parti esterne della cipolla di solito vengono eliminate perché più dure e indigeste, ma così facendo si rischia di perdere proprio le sostanze più utili alla nostra salute. Per ovviare a tutto ciò si dovrebbe sempre cercare di cuocerle interamente, magari utilizzando dei metodi lenti, che permettano anche agli strati più coriacei di cremolarsi per bene (ad esempio, tramite una cottura al forno). Gli studiosi spagnoli hanno anche sottolineato come il bulbo delle cipolle sia ricco di fruttani, che sono delle sostanze probiotiche in grado di mantenere in equilibrio la flora batterica intestinale, nonché di composti solforosi (motivo per cui a volte la loro digestione risulta un po’ laboriosa), tutte sostanze che ci proteggono dalla formazione di neoplasie nell’ultimo tratto intestinale e che migliorano la nostra circolazione sanguigna.

    La cipolla previene infarto e ictus

    La nostra amata cipolla (ma anche le mele e il the, sia nero che verde) contengono anche una sostanza chiamata rutina, in grado di prevenire la formazione di coaguli del sangue, quei grumi, o emboli, che possono provocare infarti e ictus e che dipendono da un cattivo funzionamento dell’apparato cardiocircolatorio. Ebbene, gli studiosi USA della Harvard Medical School di Boston, hanno scoperto che la rutina è in grado di bloccare un enzima, chiamato PDI (proteina disolfuro isomerasi), coinvolto proprio nella formazione dei coaguli sanguigni. Robert Flaumenhaft, coordinatore dello studio pubblicato sulla rivista Journal of Clinical Investigation, così spiega l’importanza della scoperta: “La rutina ha dimostrato di essere il composto più potentemente anti-trombotico che abbiamo mai testato in questo modello. I coaguli si formano sia nelle arterie che nelle vene. I coaguli nelle arterie sono ricchi di piastrine, mentre quelli nelle vene sono ricchi di fibrina. Questa scoperta suggerisce che un unico agente è in grado di trattare e prevenire entrambi i tipi di grumi”. Inoltre, la cipolla, così come gli altri cibi che contengono la rutina, non sono farmaci, non hanno effetti collaterali e sono ottimi da gustare, anche se il passo successivo dei ricercatori, sarà quello di produrre una molecola di rutina in sintesi da testare sugli esseri umani al posto di altri medicinali anti coagulo: “E’ un farmaco sicuro ed economico, in grado di ridurre la formazione di coaguli ricorrenti che potrebbe contribuire a salvare migliaia di vite”. Nel frattempo, via libera a piatti e base di cipolle!