Cicatrici dell’acne: come si eliminano? [FOTO]

da , il

    L’acne può lasciare il segno o, meglio, le cicatrici sulla pelle. Antiestetiche e molto spesso anche particolarmente diffuse, le cicatrici dell’acne sono inconfondibili e difficilmente mascherabili con un velo di trucco. Macchie o veri e propri solchi che segnano soprattutto la cute nelle zone più colpite dall’acne, come le guance o la fronte. Se nasconderle non è semplice, eliminarle è un’impresa ancora più ardua, ma non impossibile. Ecco come eliminarle, grazie ai rimedi più innovativi offerti dalla medicina.

    Segni inconfondibili

    Quando l’acne che si accanisce contro la pelle è delle tipologie più serie, le conseguenze possono essere a lungo termine. Le cicatrici, appunto, che permangono anche quando la malattia è stata sconfitta, a colpi di cure, creme e di prodotti specifici per l’acne.

    L’acne cicatriziale può riuscire a “scavare” veri e propri solchi nella cute, perché distrugge in certe zone alcuni strati di pelle. Buchi di diverse dimensioni, ma non solo: spesso sono accompagnati anche da macchie e cicatrici rosse.

    I rimedi più efficaci

    Un alleato efficace contro le cicatrici da acne è il peeling, che effettuato dallo specialista, in dermatologia o medicina estetica, può garantire un rinnovamento cutaneo. Infatti, durante le sedute di questo trattamento, si eliminano le cellule morte della pelle, che lasciano il posto a quelle nuove, in grado di riparare le lesioni, ma anche di eliminare cicatrici e macchie. Il composto utilizzato per il peeling contro gli esiti antiestetici dell’acne cicatriziale può prevedere, oltre all’acido retinico, salicilico e glicolico, l’acido tricloracetico, l’acido piruvico e la resorcina.

    Il rimedio migliore e più risolutivo, però, è il laser. Si tratta di uno strumento che, generando un fascio di onde luminose monocromatiche, riesce a vaporizzare gli strati superficiali dell’epidermide, eliminando le macchie e le cicatrici. Bastano circa 20-30 minuti per ogni seduta, con costi variabili in base alle cicatrici da trattare all’ampiezza della zona interessata.

    I rimedi naturali

    Anche la natura, con alcune piante, offre alcuni rimedi davvero utili, ma non infallibili. Infatti se i rimedi della nonna, come il succo di limone o la crema all’elicina, e quelli fitoterapici possono aiutare a migliorare l’aspetto della pelle, meglio non sperare in un miracolo. Ottimi alcuni oli vegetali, come l’olio di rosa mosqueta, che attenua gli inestetismi cutanei soprattutto al loro esordio, l’olio di iperico o quello di lavanda, che può vantare una buona capacità cicatrizzante.