Chirurgia plastica dei glutei, ecco cosa occorre sapere

da , il

    gluteoplastica

    I glutei sono una parte molto importante dell’estetica femminile. E’ per questo motivo che, al pari del seno, molte donne decidono di rimodellare il proprio “fondoschiena”, anche dimenticando a volte le giuste proporzioni con il resto del corpo. La conformazione di questa zona, inoltre, è dovuta a molti fattori: la genetica, l’alimentazione, lo stile di vita e la postura.

    Tutti fattori legati anche al tono muscolare e all’invecchiamento generale delle pazienti. Laddove i cosmetici, lo sport e la dieta non arrivano, può essere richiesto l’ausilio di un chirurgo plastico. L’intervento di chirurgia atto a rimodellare i glutei si chiama gluteoplastica.

    Indicazioni della gluteoplastica

    E’ un intervento chirurgico e come tale comporta dei rischi, che vanno valutati con attenzione confrontandoli con i benefici possibili. Non vi sono limiti d’età: è un intervento richiesto anche dalle ragazze molto giovani, benché le candidate ideali siano le donne adulte, in buono stato di salute generale, non troppo soprappeso (i chili di troppo incidono negativamente sull’estetica e deterioramento delle natiche).

    Come prepararsi all’intervento di gluteoplastica

    Se il vostro desiderio è quello di avere il fondoschiena come Pippa Middleton, come sempre la fase iniziale e più importante è quella che riguarda la scelta del giusto chirurgo plastico, che sia inoltre in grado di illustrare gli effettivi possibili risultati dell’intervento chirurgico, senza creare aspettative su ciò che è ottenibile. Alcuni medici possono illustrare delle foto di risultati possibili o dimostrarli virtualmente con un particolare programma sul computer.

    Poi vanno effettuati determinati test medici atti a garantire i minori rischi possibili durante l’operazione: primo fra tutti, la visita con l’anestesista. Non di devono assumere aspirina o antinfiammatori di vario tipo nelle settimane precedenti all’intervento chirurgico, perché potrebbero rendere più facile il sanguinamento delle aree coinvolte. Tutti gli interventi di chirurgia plastica vanno eseguiti in ospedali o cliniche con adeguate sale operatorie. Assicuratevi anche di questo aspetto.

    Serve l’anestesia per la gluteoplastica

    Sì. Può essere totale (dormire durante tutto il tempo), epidurale o spinale. Dipende dal caso singolo, e si stabilisce in base alle condizioni generali di salute della paziente, dall’anestesista e soprattutto dal tipo di intervento che si deve fare per rimodellare le natiche.

    Il post operatorio

    Già subito dopo l’intervento chirurgico si potranno notare dei cambiamenti, ma solo dopo qualche settimana si potrà avere il risultato definitivo. C’è del dolore. Sicuramente sopportabile o comunque gestibile con degli antidolorifici. Tutto il resto dipenderà poi dalla tecnica chirurgica utilizzata per l’occasione, sia essa una liposuzione, un lifting o un inserimento di protesi, anche se in generale, nei primi giorni si avvertirà un certo fastidio nel sedersi, o camminare.

    Può essere utile l’utilizzo di particolari cinture o biancheria intima, necessarie alcune medicazioni e controlli che il medico stabilirà ed andranno evitate le iniezioni sui glutei, di qualunque tipo. Il sole è nemico degli interventi di chirurgia plastica dunque è opportuno evitare di sottoporsi a queste operazioni in estate. Chi decide adesso sarà sicuramente pronta per la prova costume della prossima stagione.