Chirurgia plastica: consigli per scegliere bene il medico

da , il

    chirurgo in sala operatoria

    La chirurgia plastica estetica sembra essere uno dei pochi settori a non risentire della crisi. A detta dei maggiori esperti italiani, il trend è ancora in aumento, anche se, ad onor del vero, vengono preferiti in un numero maggiore rispetto al passato interventi estetici semplici e dunque meno costosi rispetto a pratiche più invasive ed onerose. Un aspetto particolare però va posto in quella che è la qualità di tutti i servizi richiesti, perché in tempo di crisi economica il rischio maggiore è quello di affidarsi a mani poco esperte che offrono trattamenti a prezzi vantaggiosi. In Italia, anche se alcune norme sono state legislativamente tracciate di recente (come la protesi al seno vietata alle minorenni) ancora vige un certo far west sulla professione. Da qui i consigli dell’AICPE (Associazione Italiana Chirurgia Plastica Estetica) su come individuare il giusto professionista.

    Come verificare le credenziali del chirurgo plastico

    Il chirurgo plastico deve essere ovviamente un laureato in medicina e dunque iscritto all’ordine professionale, ma questo non basta: il dottore in questione deve avere la specializzazione in Chirurgia Plastica e Ricostruttiva ed Estetica o aver maturato un’esperienza in questo campo di almeno un quinquennio. La chirurgia estetica è a basso rischio operatorio, ciò non toglie che evitare problemi è sempre necessario mettersi nelle mani giuste: per un intervento al cuore vi rivolgereste ad un chirurgo estetico o ad un cardiochirurgo? E allora vale anche il contrario: per una mastoplastica additiva perché rivolgersi al cardiologo? Ma come essere sicuri di ciò? Sul sito dell’AICPE come pure in quello della SICPRE (Società Italiana Chirurgia Plastica Ricostruttiva ed Estetica), è possibile trovare dei motori di ricerca ad hoc. Gli specialisti sono iscritti a queste associazioni di categoria che ne verificano le credenziali. In alternativa si può optare scegliendo un chirurgo plastico che lavori con tale qualifica in un ospedale o in una clinica universitaria.

    Scegliere il chirurgo plastico, in base alla struttura in cui opera

    Un altro fattore determinante per individuare il chirurgo plastico che opera in sicurezza è, secondo gli esperti AICPE la valutazione della struttura sanitaria in cui opera: devono essere accreditate dal ministero della salute e dunque rispettare determinati requisiti di sicurezza e di igiene: alcune regioni hanno già una lista ufficiale consultabile dai cittadini delle strutture accreditate. Allo stesso modo va valutata l’equipe medica che opererà ed affiancherà il chirurgo plastico nell’intervento, a partire dall’anestesista.

    Il chirurgo plastico ed i materiali utilizzati

    Un bravo chirurgo plastico non avrà problemi a fornirvi nome, marca, targhetta identificativa ed altre informazioni circa il materiale che utilizza, sia esso un filler per combattere le rughe, che una protesi impiantabile al seno. E’ un diritto del paziente chiedere ed ottenere queste informazioni sia prima che dopo l’intervento chirurgico e serve decisamente a semplificare le cose in caso di eventi avversi futuri come le protesi mammarie PIP.

    La prima visita dal chirurgo plastico

    Anche la prima visita dal chirurgo plastico, sia essa gratuita o a pagamento può essere utile per individuare la professionalità del medico. Questa deve essere completa e dettagliata delle aspettative, dei rischi, dei costi totali, dell’anamnesi del paziente e soprattutto delle concrete possibilità di realizzazione. Ricordano gli esperti AICPE, che le fotografie del prima e dopo l’intervento di altri pazienti o i programmi elaborati al computer non sono che indicativi di ciò che si potrebbe fare, il resto dipende dalla base reale del paziente e dalla mano del chirurgo che si verificano solo in corso d’opera. In generale inoltre occorre leggere approfonditamente il consenso informato prima di firmarlo ed esporre al medico tutte le personali perplessità. Se tutti questi fattori coincideranno, potrete dire di essere nelle mani del chirurgo plastico che fa per voi: serene nell’affrontare il lifting o la rinoplastica, sempre tenendo presente che si va incontro a metodiche invasive.

    Foto: Hospital piccole figlie per Flickr