Chirurgia estetica: è boom di interventi per migliorare l’area genitale femminile

da , il

    chirurgia estetica parti intime

    La chirurgia estetica è sempre più “intima”, almeno stando al vero e proprio boom di richieste di interventi per migliorare l’area genitale femminile emerso dai recenti congressi internazionali in materia. Che a spingerle siano esigenze funzionali o vezzi estetici, è in rapida ascesa il numero di giovani donne che si rivolge al chirurgo estetico non solo per rifarsi parti del corpo decisamente più in vista.

    Oltrepassati tutti i confini, calpestati e archiviati tutti, o quasi, i tabù, anche per quanto riguarda l’intimità e la sessualità femminile. Anche le donne si rivolgono sempre più spesso al chirurgo estetico, sia per migliorare la funzionalità dell’area genitale, sia per “perfezionarne” forma, aspetto e dimensioni. Sì, perché anche la convinzione che le dimensioni fossero un cruccio da declinare esclusivamente al maschile è da accantonare come un lontano ricordo: un recente sondaggio, effettuato su un campione di tremila donne, ha evidenziato una relazione netta tra immagine corporea positiva, vita sessuale appagante e relazioni intime senza complessi, “con luce accesa”.

    Voglia di sentirsi a proprio agio, completamente, con il proprio corpo, anche con le sue parti più intime e private, sì, ma quali sono gli interventi richiesti? La lista dei ritocchi intimi più gettonati è più lunga del previsto. Si va dal ringiovanimento delle componenti esterne della vagina e dalla vulva, con una sorta di lifting, alla riduzione o simmetrizzazione delle piccole labbra, fino alla riduzione dell’eccesso cutaneo perineale e al ringiovanimento del muco-cutaneo complessivo.

    Non è solo questione di estetica

    Desiderio di sentirsi belle, in tutto e per tutto, ma non solo. In molti casi, all’origine dei ritocchi più richiesti c’è un problema di tipo funzionale. Infatti, un’anomalia a carico dell’area genitale femminile può avere ripercussioni su numerose abilità, di quella parte o di altre zone del corpo. Oltre ai problemi nella sfera sessuale, un problema alle piccole labbra, per esempio, può causare difficoltà di deambulazione, a fare sport o a indossare alcuni indumenti. Un disturbo funzionale che, solitamente, ha ripercussioni, anche dal punto di vista psicologico, con disagio, ansia e perdita di autostima.

    Per questo motivo, il dottor Sergio Noviello, specialista in microchirurgia e chirurgia sperimentale e master in chirurgia estetica a Milano, denuncia che, “su dieci interventi giornalieri, quattro sono richieste di questa natura e sono soprattutto le giovani ragazze ad avere il desiderio di sentirsi a posto con tutto. Proprio con tutto”.