Chi soffre di emicrania è più a rischio depressione, e viceversa

da , il

    Depressione emicrania

    Parliamo di due malattie correlate: l’emicrania e la depressione. Perché correlate, domanderete voi? Esiste dunque un legame tra la forma forse più comune di mal di testa, che colpisce specialmente la popolazione femminile, e la patologia psichica più insidiosa? A quanto pare esiste eccome, ed è un legame reversibile, diciamo speculare, perché può cominciare da una parte e sfociare nell’altra, e viceversa. Secondo quanto scoperto i ricercatori dell’Università canadese di Calgary, in uno studio che è stato pubblicato sulla rivista Headache, le persone che soffrono in modo non saltuario ma ricorrente di emicrania dolorosa (quegli attacchi devastanti che durano ore, a volte giorni) sono più a rischio di diventare depresse, e queste ultime sono più soggette all’emicrania.

    Per giungere alle loro conclusioni, gli studiosi hanno analizzato un campione di 15000 individui adulti dal 1994 al 2007, e scoperto che nel corso dei 12 anni di tempo considerati, il 17% delle persone considerate si era ammalato di depressione, e di queste il 12% aveva anche sofferto costantemente di emicrania. Va sottolineato che, però, nonostante appaia evidente il collegamento tra le due patologie, le percentuali non sono proprio identiche.

    Infatti, a parità di fattori di rischio e di differenze per sesso (le donne, come anticipato, sono più soggette ad entrambi i disturbi) se l’80% di coloro che inizialmente manifestavano “solo” il problema dell’emicrania in seguito aveva anche avuto episodi di depressione, mentre un po’ più basse le percentuali di chi è “passato” dalla sola depressione all’emicrania. Quale sia esattamente il meccanismo che conduca da una patologia all’altra non è chiaro, ma probabilmente sarà oggetto di studi successivi.