Cellule staminali: il segreto dell’antiaging

da , il

    Cellule staminali antiaging

    Si chiama Rigenera la prima metodica di medicina estetica rigenerativa che sfrutta queste cellule per trattare le rughe e l’invecchiamento dei tessuti.

    Le cellule staminali sono le cellule che servono a costruire il nostro organismo e svolgono un ruolo cruciale per la salute e il benessere di ognuno di noi: possono essere utilizzate per “riparare” aree in cui, a seguito di eventi patologici o per l’invecchiamento, vi sia stato un danno irreversibile.

    Fino a oggi le procedure per la raccolta e la selezione delle cellule staminali connettivali autologhe erano difficoltose e necessitavano di passaggi obbligati e di manipolazioni cellulari. Mediante la metodica Rigenera, frutto di un’accurata ricerca e dell’impiego delle tecniche di medicina estetica più avanzate, oggi è possibile prelevare le cellule staminali dallo stesso paziente e impiegarle, in combinazione con acido ialuronico, per infiltrazioni, con un risultato immediato di riempimento delle rughe e nel contempo una graduale rigenerazione di cellule connettivali, fibre e acido ialuronico naturale.

    Questo trattamento si è dimostrato realmente efficace nella ristrutturazione di tessuti cutanei poveri di tono ed elasticità come quelli del collo, dell’interno coscia o braccia e nei processi di riepitelizzazione nei soggetti che hanno subito ustioni. L’impiego di cellule staminali autologhe, inoltre incrementa le capacità di difesa locali nei confronti del cronoaging (tempo) e fotoaging (esposizione solare).

    Come funziona

    Il trattamento consiste nel prelevare 1 mm di cute che viene posto in un apposito filtro e inserito per un minuto nell’apparecchio Rigenera che nel giro di pochi minuti rende disponibile una sospensione cellulare contenente 5 milioni di cellule staminali da impiegare nel trattamento.

    La seduta è molto veloce, dura 15-20 minuti, non richiede degenza, non ha effetti indesiderati e si torna immediatamente alle attività quotidiane i risultati raggiungono il loro culmine a 180 giorni dall’impianto e son persistenti. Normalmente si consiglia di ripetere il trattamento ogni 12-18 mesi, in base alle caratteristiche soggettive di partenza.